Articoli
E ora si spieghi Medio Credito!

Preso atto di come la Regione vuole intervenire su medio credito, credo sia opportuno fare delle valutazioni che richiedono, soprattutto, risposte proprio da parte di chi ha pensato e voluto concretizzare questo progetto. Innanzitutto c’è da chiedersi come mai in che situazione si trova medio credito che ha bisogno di ricapitalizzare? E ancora come mai la Regione si vede “costretta” a diventare, prima socio di maggioranza nel momento in cui è necessario ricapitalizzare? Pare che a cedere la propria quota sia la Fondazione CRT Presieduta da Panicia. Una manovra che è difficile comprendere se non viene spiegata poiché ciò significherebbe che tutti i debiti di medio credito andrebbero in capo alla Regione.  E anche qui la necessità di capire quali sono gli obiettivi per un’azione di questo tipo che non troverebbe logica se non si propone con finalità ben precise e soprattutto con la disponibilità dei finanziatori necessari allo scopo. Finanziamenti che sarà opportuno capire da dove arrivano e con quale piano d’intervento, “obbligatoriamente” si auspica di breve, medio e lungo termine. Pertanto si chiede che Tondo venga prestissimo in Consiglio regionale a spiegare i tanti interrogativi che una simile decisione determina. In più sarà bene capire se il medio credito sarà ancora Presieduto da Panicia e se cambieranno le funzioni fin qui attribuite o se si vuole pensare un’azione più sorvegliata e indirizzata a evitare nuove perdite con conseguenti aumenti di capitale. Perché ancora non sappiamo quali siano le ragioni di Medio credito della necessità dell’aumento di capitale. Come a dire se si continua a finanziare indiscriminatamente "gli amici degli amici" o se invece si segue quella logica razionale regolata da criteri trasparenti e selettivi tali da realmente contribuire ad aiutare le imprese e non a fornire aiuti a imprese destinate a chiudere i battenti. Anche perché premiare o confermare alla Presidenza chi fa aumentare solo i debiti pare proprio un’azione che di questi tempi non può essere accettata. Pertanto solo un’azione di trasparenza in cui viene alla luce ciò che è stato fatto e ciò che si farà, può essere accettato visto e considerato che si tratta sempre di soldi di tutti i cittadini e a cui tutti hanno diritto, alla pari, di poter accedere.

 

 

Trieste, 04 giugno 2011

Archivio articoli

2011

ottobre

agosto

luglio

giugno

maggio

cheap mlb jerseys cheap nfl jerseys cheap nfl jerseys wholesale discount tiffany outlet christian louboutin shoes outlet mbt shoes australia christian louboutin wholesale