Articoli
IL GAZZETTINO - 19/7/2011

HomePage


Martedì 19 Luglio 2011,

La polemica
AGRICOLTURA, VIOLINO "FERMO"

L'assessore regionale alle Risorse rurali, Claudio Violino, non risolve i tanti problemi del comparto agricolo. Nonostante l'opportunità della variazione di bilancio, tutte le questioni denunciate dalle categorie degli agricoltori rimangono ferme al palo. Con la permanenza di Violino alla guida della direzione, gli operatori del settore primario dovranno aspettare all'infinito anche un seppur minimo accenno nella speranza di veder risolti i problemi da troppo tempo denunciati. Infatti, l'approvazione della variazione di bilancio da parte della Commissione consiliare non ha risolto il problema delle imprese vitivinicole, che si trovano con gli investimenti bloccati per colpa del sistema informatico che impedisce loro di ottenere l'autorizzazione per espiantare i vecchi vitigni e sostituirli con i nuovi. Ciò significa impedire alle imprese di innovarsi, causando conseguentemente gravi danni economici. Salvo l'ultima preoccupante decisione di fare un passo indietro e ritornare al cartaceo, scaricando le lacune della direzione alle imprese e alle organizzazioni agricole che dovranno ripresentare le domande come ai vecchi tempi, con carta e calamaio. Anche sul versante delle calamità naturali per quanto riguarda grandinate e trombe d'aria del 2010, siccità del 2006 e gelate del 2009, non si vede traccia dei contributi per il ristoro danni. Nessuna soluzione neanche sul versante delle procedure amministrative, e a dimostrarlo sono i grandi ritardi nei pagamenti delle misure del PSR. Per non parlare, poi, del blocco delle cinquecento domande per l'inserimento dei giovani in agricoltura, un chiaro esempio dell'incapacità dell'assessore Violino di pensare al loro futuro. Anche i piani di gestione delle ZPS sono fermi, causando la paralisi delle attività agricole con conseguenti gravi danni economici. Su questo versante giova ricordare che, dopo aver raggiunto un preciso accordo con gli imprenditori agricoli con cui si definiva il perimetro delle aree protette nel 2007-2008, si sarebbe dovuto proseguire con la predisposizione dei piani di gestione. Invece, in questi ultimi tre anni l'assessore Violino non ha fatto niente.

Gianfranco Moretton
capogruppo PD in consiglio regionale

Archivio articoli

2011

ottobre

agosto

luglio

giugno

maggio

cheap mlb jerseys cheap nfl jerseys cheap nfl jerseys wholesale discount tiffany outlet christian louboutin shoes outlet mbt shoes australia christian louboutin wholesale