News
LA BOMBA DEI CONTI PUBBLICI STA PER SCOPPIARE

Con la situazione che stiamo vivendo, c’è il rischio elevato che salti in aria il governo. La data potrebbe essere martedì 9 aprile o dopo le elezioni europee. Mi riferisco alla nuova manovra finanziaria, che ha un’anticipazione nel Def che il ministro Tria deve presentare appunto martedì prossimo, salvo la necessità di farla precedere da una manovra correttiva che riduca almeno un po’ lo scarto tra le indicazioni contenute nella legge finanziaria varata a dicembre scorso e la realtà delle condizioni del ciclo economico e della finanza pubblica. Nell’uno o nell’altro dei due casi è certo che la bomba scoppia. Perché per evitare che ciò avvenisse occorrerebbe un miracolo e stante la situazione proprio non se ne vedono le condizioni. Non fosse altro per gli equilibri politici che si sono venuti determinando con l’esaurimento del programma di governo contenuto nel famoso “contratto” e il conseguente “stallo” che si è creato sia dentro l’esecutivo che nella maggioranza parlamentare che lo sostiene. Equilibri che risentono in modo evidente di diversi fattori: Lega e 5stelle sono in dissenso su tutto; il progressivo affermarsi del Capo dello Stato come terzo soggetto che, suo malgrado, ha assunto un ruolo sempre più politico.

Tutto questo implica che 5stelle e Lega non faranno facilmente marcia indietro rispetto alle scelte, e alle non scelte, di qualche mese, sia per la paura di perdere voti sia per la mancanza di idee alternative, specie da parte dei grillini. E poi, il ministro Tria, forte dell’appoggio del Quirinale, sarà non meno caparbio nell’adottare una linea che sia di verità detta al Paese. Lo farà per senso di responsabilità, prima di tutto, e poi perché gli attacchi personali che ha subito in queste ore, gli hanno fatto capire che non è più tempo di mediazioni. E lo farà anche perché a chiederglielo, oltre che il Colle sono tutti gli interlocutori internazionali, europei e non, preoccupati che l’Italia salti in aria trascinando nuovamente l’eurozona nell’ennesima fase di crisi.

Ma è del tutto evidente che più Tria terrà duro e più si amplierà la divaricazione con la maggioranza di governo, e in particolare con Di Maio e compagni. Non solo. Per la Lega si fa largo l’idea di tenere alto il livello di conflitto con i 5stelle anche utilizzando il braccio di ferro su Tria, con ciò aumentando ulteriormente il livello di tensione dentro governo e maggioranza.

Quando? Subito, se la scelta di Tria sarà quella di presentare un Def veritiero e non elettorale. In effetti, un po’ tutti i governi in questi anni hanno adottato il criterio speculativo di fare del documento di programmazione un meraviglioso “libro dei sogni”. 

In questo caso, invece, il Def avrebbe la funzione di dire brutalmente la verità, non nascondendo niente. A cominciare dallo stato di salute della nostra economia, se è vero che Tria avrebbe l’intenzione di prendere atto della condizione recessiva in cui siamo finiti scrivendo una crescita del Pil pari allo 0,1%. Come reagiranno Di Maio e Salvini di fronte ad un Def veritiero? La settimana prossima sapremo sia se Tria manterrà ferme le sue intenzioni sia come la metteranno i due azionisti del governo.

Ma se l’ostacolo Def fosse in qualche modo superato, consentendo al governo di arrivare alle elezioni del 26 maggio, la questione sarebbe semplicemente rimandata a subito dopo le europee. E gli scenari che si aprirebbero sarebbero molteplici: far proseguire il governo Conte così com’è; cambiare governo mantenendo la stessa maggioranza; operare nel governo Conte un rimpasto; trovare in questo parlamento una maggioranza alternativa all’attuale; andare alle elezioni anticipate. E la scelta ricadrà su una di queste opzioni sulla base delle condizioni della nostra economia e delle nostre finanze pubbliche. Chi si vorrà prendere carico della nuova manovra, sapendo che il minimo sarà bruciarsi le mani? Chi si prenderà la responsabilità di aumentare l’Iva o in alternativa sarà in grado di trovare quelle stesse risorse da voci già mille volte spremute? Sapendo che i mercati terranno i fucili spianati e lo spread sarà lì, ogni giorno, a segnalare il loro grado di (s)fiducia in ciò che il governo farà?

L’effetto accumulo dei problemi lasciati irrisolti da anni il cui pagamento la crescita zero (o, peggio, sotto zero) s’incaricherà di rendere non rinviabile. Vedremo presto se questa situazione esplosiva indurrà all’assunzione di responsabilità o alla fuga.

 

 

Aprile 06, 2019

Archivio News

2019

2018

2017

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2016

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2015

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2014

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

LA CRISI CONTINUA ! Sperando che qualche onorevole risponda! Il gruppo svedese non può fare ciò che vuole! L'ELECTROLUX NON DEVE CHIUDERE! Terza corsia come nel gioco dell'oca! Subito la riforma per salvare la sanità! Politica industriale regionale inadeguata! E SE LA RIFORMA RENZI-BERLUSCONI NON PASSA AL SENATO? Ferriera a rischio chiusura Franceschini non s'ha da rottamare! Stop alla realizzazione della terza corsia! A ELECTROLUX NON SERVONO STERILI BARUFFE! Regione FVG: iniziate le svendite! Garantire futuro alle Latterie friulane! PER IL CORRIDOIO SEI SOLO INDECISIONE! IL NUOVO CORSO RENZIANO SCEGLIE IL PEGGIO DEL PEGGIO! Regione scarica barile! Quattro proposte per dare risposta alle aspettative degli italiani! UNA RIFORMA PASTICCIATA! Accelerare i tempi per dare continuità industriale alla Ferriera! Economia pordenonese in affanno! Zaia invece che parlare agisca ! Il non fare del Governo Letta! Rivedere il servizio idrico integrato! ZAIA DEMAGOGO SULLE AUTOSTRADE! Cittadella della salute: una presa in giro! LA DOPPIA FACCIA DELLA LEGA! La nuova legge elettorale non riconcilierà gli italiani con la politica! Terza corsia: speriamo non sia un girone dell'inferno Dantesco! Rischio deriva sanitaria! Autovie Venete e terza corsia: "esperta" se ci sei batti un colpo! REGIONE: programma e attività ancora da decifrare! Ha vinto il migliore? Una nuova legge elettorale per tornare subito al voto! BASTA CON NUOVE TASSE! A RISCHIO LO SVILUPPO DEL TERRITORIO! Paga sempre pantalone! Si faccia subito chiarezza!

2013

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

marzo

febbraio

gennaio

2012

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2011

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

cheap mlb jerseys cheap nfl jerseys cheap nfl jerseys wholesale discount tiffany outlet christian louboutin shoes outlet mbt shoes australia christian louboutin wholesale