News
VICINI AL PUNTO DI NON RITORNO

Ogni tanto la storia andrebbe riletta, per capire esattamente il momento che si vive. Ecco, allora, che i fatti di questa settimana, trovano incredibili analogie con quelli dell’autunno 2011, quando l’allora premier non capì, se non quando era troppo tardi, che quello che stava accadendo sui mercati finanziari lo avrebbe di lì a poco travolto. Oggi il nuovo spread ha la forma della quotazione in Borsa delle banche, ma gli effetti che è in grado di generare sono identici. E lo scenario e le tecniche per divagare appaiono incredibilmente uguali a quello di cinque anni fa: si parla d’altro – allora erano le abitudini sessuali di Berlusconi, oggi sono i (presunti) guai della famiglia Alfano e di ciò che rimane dell’Ncd – mentre la fiducia, interna e soprattutto internazionale, si consuma come una candela. “Era tutto orchestrato, la manovra speculativa sui mercati fatta apposta per mettere in condizioni Napolitano di fare il blitz”, dicono i berlusconiani. Può darsi. Ma una cosa è certa, attacco o non attacco: Berlusconi cadde perché fu impotente di fronte alla realtà. Lo fu sia perché non seppe leggerla e quindi capirla, sia perché non ebbe la capacità di mettere in atto alcuna reazione. E Renzi, oggi? Ha di fronte a sé l’avvitamento del nostro sistema bancario, che ha sicuramente dei torti ma certo non si è scelto le assurde regole europee cui è sottoposto, e che sono all’origine, dell’integrazione bancaria europea e di una cosa sbagliata nelle condizioni date, la regola cosiddetta del bail-in.

La cosa dura da tempo, come dimostra il fatto che quasi tutti i titoli bancari, compresi quelli degli istituti meglio messi, hanno perso uno sproposito. Dopo la Brexit la caduta complessiva del settore è stata del 29%. Ma dall’inizio dell’anno ci sono banche che hanno perso oltre il 70% di valori che già erano lontani dall’effettiva consistenza dei loro bilanci. Inoltre, in questi mesi è scoppiato il caso dell’Etruria e delle altre tre banche fallite, oltre al crollo delle due venete, Vicenza e Veneto Banca. All’assemblea dell’Abi, il presidente Patuelli ha spiegato con dovizia di particolari come l’Unione bancaria e la conseguente Vigilanza Unica non possano efficacemente funzionare, anzi possano creare danni gravi, senza testi unici in materia bancaria e finanziaria, del diritto societario e fallimentare, del diritto penale dell’economia e dei principi contabili. E ha ricordato, Patuelli, che mentre regole come il bail-in sembrano valere per noi ma non per altri Paesi (leggi Germania e paesi nordici)che pretendono di non farla partire. Ma se la qualità dell’atteggiamento del governo in questa delicatissima partita si deve dedurre dalle parole, povere nel contenuto, recitate in modo svogliato dal professor Padoan di fronte ai banchieri riuniti in assemblea allora possiamo già trarre la conclusione che la partita è persa.

Renzi continua a rassicurare i risparmiatori, abbaiando a Roma senza poi minimamente mordere quando è a Bruxelles e Berlino. Invece che volare a Francoforte e andare a chiedere a Mario Draghi di fargli sponda nella comune difesa degli interessi nazionali, ribadisce la sua antipatia verso il numero uno della Bce. Stante la situazione è ormai conclamato: il renzismo è fatto di parole d’ordine già ascoltate, di strali contro critici e oppositori, trattati in egual modo come nemici, di litanie sul quanto si è fatto (della serie: mai nessuno come noi…). Così si va dritti a sbattere contro una crisi politica esattamente come quella dell’autunno 2011. E lo si dice senza alcun compiacimento, perché si è coscienti che si entrerebbe in un tunnel di cui non si conosce l’uscita. Ma, come insegna la storia che è sempre maestra, le cose accadono perché le si lasciano accadere. Manca poco al punto di non ritorno. 


Addi, 10 luglio 2016 

Archivio News

2019

2018

2017

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2016

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2015

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2014

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

LA CRISI CONTINUA ! Sperando che qualche onorevole risponda! Il gruppo svedese non può fare ciò che vuole! L'ELECTROLUX NON DEVE CHIUDERE! Terza corsia come nel gioco dell'oca! Subito la riforma per salvare la sanità! Politica industriale regionale inadeguata! E SE LA RIFORMA RENZI-BERLUSCONI NON PASSA AL SENATO? Ferriera a rischio chiusura Franceschini non s'ha da rottamare! Stop alla realizzazione della terza corsia! A ELECTROLUX NON SERVONO STERILI BARUFFE! Regione FVG: iniziate le svendite! Garantire futuro alle Latterie friulane! PER IL CORRIDOIO SEI SOLO INDECISIONE! IL NUOVO CORSO RENZIANO SCEGLIE IL PEGGIO DEL PEGGIO! Regione scarica barile! Quattro proposte per dare risposta alle aspettative degli italiani! UNA RIFORMA PASTICCIATA! Accelerare i tempi per dare continuità industriale alla Ferriera! Economia pordenonese in affanno! Zaia invece che parlare agisca ! Il non fare del Governo Letta! Rivedere il servizio idrico integrato! ZAIA DEMAGOGO SULLE AUTOSTRADE! Cittadella della salute: una presa in giro! LA DOPPIA FACCIA DELLA LEGA! La nuova legge elettorale non riconcilierà gli italiani con la politica! Terza corsia: speriamo non sia un girone dell'inferno Dantesco! Rischio deriva sanitaria! Autovie Venete e terza corsia: "esperta" se ci sei batti un colpo! REGIONE: programma e attività ancora da decifrare! Ha vinto il migliore? Una nuova legge elettorale per tornare subito al voto! BASTA CON NUOVE TASSE! A RISCHIO LO SVILUPPO DEL TERRITORIO! Paga sempre pantalone! Si faccia subito chiarezza!

2013

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

marzo

febbraio

gennaio

2012

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2011

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

cheap mlb jerseys cheap nfl jerseys cheap nfl jerseys wholesale discount tiffany outlet christian louboutin shoes outlet mbt shoes australia christian louboutin wholesale