News
ROMA, TOMBA DEI 5 STELLE

 

Quello che sta succedendo al Campidoglio non stupisce, anche se lo spettacolo è più indecente del previsto e il dilettantismo va oltre l’immaginato.

C’è però una questione, che vale la pena di perlustrare perché coinvolge il futuro della politica nazionale, che si traduce in due domande.

 

La prima: si è di fronte solo al “caso Raggi” o più in generale alla “crisi del movimento 5 stelle”?

La seconda: è tramontata o no la possibilità che alle prossime elezioni i grillini siano il partito di maggioranza relativa e, legge elettorale permettendo, conquistino palazzo Chigi?

 

Si tratta di quesiti fondamentali, perché fino a ieri si è parlato della “crisi di Renzi” e del suo autolesionismo che volendo l’Italicum si era scavato la fossa da solo perché quel meccanismo di voto è il più congeniale alla “premiata ditta Grillo&Casalleggio” per assicurarsi il governo del Paese, mentre oggi lo scenario potrebbe cambiare mettendo una pietra tombale sul possibile sorpasso grillino sul Pd.

Prevarrà il senso di fastidio verso Renzi, o prevarrà quello verso coloro che avevano raccontato di essere “diversi” e che invece si stanno rivelando come tutti gli altri?

La risposta non è semplice.

Da un lato, scatta la tentazione di pensare che è troppo grande il disastro Roma per non indurre molti elettori che hanno scelto 5 stelle in spregio alla vecchia politica, a non ripetere il gesto alla prossima occasione, anche alle politiche.

Dall’altro lato, però, proprio perché il voto grillino nella stragrande maggioranza dei casi non è stato “per” loro ma “contro” gli altri, si può anche immaginare che il flusso di voti ai campioni dell’anti-politica potrebbe non ridursi ma addirittura aumentare ancora.

Si tratta di capire quale sia ora lo stato d’animo degli italiani di fronte ad uno spettacolo così rivoltante fornito in un impegno amministrativo di valenza nazionale e nell’ascoltare giustificazioni così puerili come “siamo vittime di un complotto dei poteri forti” e come il “non ho capito cosa c’era scritto in una mail” recitata maldestramente da quel Di Maio che pure è (era) il più probabile candidato alla poltrona di primo ministro.

 

Vedere Grillo che dopo aver strombazzato ai quattro venti che avrebbe fatto un passo di lato per riprendere a fare l’unica cosa di cui è capace, il comico, ora è invece costretto a mettere in scena in fretta e furia una nuova rappresentazione della sua baracca, tornando con Di Battista al movimentismo e buttando alle ortiche il doppiopetto di Di Maio, dimostra che il movimento potrebbe avviarsi verso la fine della sua storia politica.

 

Comunque sia, la sconfitta dei 5 stelle non dipenderà da loro, ma dagli altri, da Renzi (chi, se no, nel Pd) e a questo punto da Parisi di riconquistare la fiducia perduta degli italiani non solo in loro ma nella stessa politica.

 

Addì, 10 settembre 2016

Archivio News

2019

2018

2017

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2016

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2015

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2014

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

LA CRISI CONTINUA ! Sperando che qualche onorevole risponda! Il gruppo svedese non può fare ciò che vuole! L'ELECTROLUX NON DEVE CHIUDERE! Terza corsia come nel gioco dell'oca! Subito la riforma per salvare la sanità! Politica industriale regionale inadeguata! E SE LA RIFORMA RENZI-BERLUSCONI NON PASSA AL SENATO? Ferriera a rischio chiusura Franceschini non s'ha da rottamare! Stop alla realizzazione della terza corsia! A ELECTROLUX NON SERVONO STERILI BARUFFE! Regione FVG: iniziate le svendite! Garantire futuro alle Latterie friulane! PER IL CORRIDOIO SEI SOLO INDECISIONE! IL NUOVO CORSO RENZIANO SCEGLIE IL PEGGIO DEL PEGGIO! Regione scarica barile! Quattro proposte per dare risposta alle aspettative degli italiani! UNA RIFORMA PASTICCIATA! Accelerare i tempi per dare continuità industriale alla Ferriera! Economia pordenonese in affanno! Zaia invece che parlare agisca ! Il non fare del Governo Letta! Rivedere il servizio idrico integrato! ZAIA DEMAGOGO SULLE AUTOSTRADE! Cittadella della salute: una presa in giro! LA DOPPIA FACCIA DELLA LEGA! La nuova legge elettorale non riconcilierà gli italiani con la politica! Terza corsia: speriamo non sia un girone dell'inferno Dantesco! Rischio deriva sanitaria! Autovie Venete e terza corsia: "esperta" se ci sei batti un colpo! REGIONE: programma e attività ancora da decifrare! Ha vinto il migliore? Una nuova legge elettorale per tornare subito al voto! BASTA CON NUOVE TASSE! A RISCHIO LO SVILUPPO DEL TERRITORIO! Paga sempre pantalone! Si faccia subito chiarezza!

2013

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

marzo

febbraio

gennaio

2012

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2011

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

cheap mlb jerseys cheap nfl jerseys cheap nfl jerseys wholesale discount tiffany outlet christian louboutin shoes outlet mbt shoes australia christian louboutin wholesale