News
LE ATTUALI LEGGI GARANTISCONO GOVERNABILITÀ MA NON RAPPRESENTATIVITA

Il sistema elettorale è determinante per ottenere un certo risultato: o la rappresentatività del popolo o la governabilità. Dal Dopoguerra agli anni ’80 in Italia abbiamo avuto in gran parte sistemi proporzionali sia per le elezioni del Parlamento sia per i Comuni sia per la Provincia.

Il parlamento l’anno scorso ha approvato un nuovo sistema elettorale, l'Italicum, una modifica del Porcellum. Legge elettorale che ora è alla Corte Costituzionale per il giudizio di legittimità. Guardiamo nella nostra Regione Fvg. Da alcune elezioni si è cambiato. In precedenza c’era un sistema proporzionale puro con attribuzione dei seggi nei 5 collegi ed utilizzo dei resti nel collegio unico regionale.

C’erano i grossi partiti guidati da personalità mentre i partiti minori hanno fatto la loro politica senza intralciare la volontà della maggioranza, anzi portando il loro utile contributo. Per esempio, nella legislatura iniziata nel 1988 c’erano ben 6 partiti con un solo seggio: PRI (Partito Repubblicano Italiano), Verdi, MF (Movimento Friuli), PLI (Partito Liberale Italiano), DP (Democrazia Proletaria), US/SK (Unione Slovena/Slovenska Skupnost); quest’ultimo ottenne il seggio con soli 8.678 voti.

Ora in Regione si è adottato, come ormai dappertutto, un sistema misto con voto disgiunto: elezione del presidente e, separatamente, dei partiti che vengono trascinati dal risultato del presidente ottenendo la maggioranza assoluta dei seggi, anche se hanno solo la maggioranza relativa dei voti.

Ebbene, a distanza di tre anni è utile rileggere i risultati delle elezioni regionali 2013 del Friuli-Venezia Giulia.

Il presidente vincitore è Debora Serracchiani (con 211.508 voti personali e candidata di 5 partiti del centro sinistra); il principale concorrente era Tondo (candidato di 6 partiti del centro destra: 209.442 voti personali). Mentre il totale dei voti del centro sinistra è stato di 155.547 (38,95 %), e quelli del centro destra 180.636 (45,23 %). Altri partiti 63.139 (15,82 %). Questo sistema elettorale può essere considerato un po’ strano.

Già qui vediamo l’anomalia: la presidente è stata eletta con 2.000 voti in più, ma i suoi partiti avevano raccolto 25.000 voti in meno. La vincitrice ha determinato la composizione del consiglio garantendole la maggioranza assoluta: 27 seggi su 51 (il 55 per cento). Questa è la finalità della legge: garantire la governabilità.

Nelle elezioni precedenti del 2008 i 4 partiti che avevano sostenuto Tondo (proclamato presidente) avevano conseguito 303.715 voti (53,60 per cento e 34 seggi), mentre i 5 partiti per Illy 262.915 voti (46,40 per cento e 23 seggi).

Guardiamo i risultati 2013: il presidente ha ottenuto 211.508 cioè il 39,4 % dei voti validi attribuiti ai candidati presidenti, ma solo il 19% del corpo elettorale.

C’è da chiedersi se questa è democrazia partecipativa e rappresentativa. La legge elettorale più idonea a garantire la rappresentanza dei cittadini è quella proporzionale che è stata in vigore per più di 40 anni in Italia e per 30 anni in Regione.

In passato in Regione con la legge elettorale proporzionale la governabilità era garantita (salvo la rivoluzione avvenuta con la legislatura iniziata nel 1993 quando era apparsa la Lega Nord, che ottenne la maggioranza relativa dei seggi: 18 su 60 e si ebbero 5 governi in 5 anni).

Il sistema elettorale più rappresentativo della volontà popolare è quello proporzionale con il quale è anche possibile garantire la governabilità.

 

Addì, 25 settembre 2016

Archivio News

2019

2018

2017

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2016

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2015

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2014

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

LA CRISI CONTINUA ! Sperando che qualche onorevole risponda! Il gruppo svedese non può fare ciò che vuole! L'ELECTROLUX NON DEVE CHIUDERE! Terza corsia come nel gioco dell'oca! Subito la riforma per salvare la sanità! Politica industriale regionale inadeguata! E SE LA RIFORMA RENZI-BERLUSCONI NON PASSA AL SENATO? Ferriera a rischio chiusura Franceschini non s'ha da rottamare! Stop alla realizzazione della terza corsia! A ELECTROLUX NON SERVONO STERILI BARUFFE! Regione FVG: iniziate le svendite! Garantire futuro alle Latterie friulane! PER IL CORRIDOIO SEI SOLO INDECISIONE! IL NUOVO CORSO RENZIANO SCEGLIE IL PEGGIO DEL PEGGIO! Regione scarica barile! Quattro proposte per dare risposta alle aspettative degli italiani! UNA RIFORMA PASTICCIATA! Accelerare i tempi per dare continuità industriale alla Ferriera! Economia pordenonese in affanno! Zaia invece che parlare agisca ! Il non fare del Governo Letta! Rivedere il servizio idrico integrato! ZAIA DEMAGOGO SULLE AUTOSTRADE! Cittadella della salute: una presa in giro! LA DOPPIA FACCIA DELLA LEGA! La nuova legge elettorale non riconcilierà gli italiani con la politica! Terza corsia: speriamo non sia un girone dell'inferno Dantesco! Rischio deriva sanitaria! Autovie Venete e terza corsia: "esperta" se ci sei batti un colpo! REGIONE: programma e attività ancora da decifrare! Ha vinto il migliore? Una nuova legge elettorale per tornare subito al voto! BASTA CON NUOVE TASSE! A RISCHIO LO SVILUPPO DEL TERRITORIO! Paga sempre pantalone! Si faccia subito chiarezza!

2013

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

marzo

febbraio

gennaio

2012

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2011

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

cheap mlb jerseys cheap nfl jerseys cheap nfl jerseys wholesale discount tiffany outlet christian louboutin shoes outlet mbt shoes australia christian louboutin wholesale