News
svendesi SVENDESI AUTOVIE VENETE

La Regione si è finalmente attivata nell'affrontare la spinosa e delicata vicenda di Autovie Venete spa, per trasformarla in società totalmente pubblica allo scopo ottenere della proroga della concessione al 2038 ora in scadenza a marzo 2017. Una questione politica rilevante sia sotto il profilo finanziario sia industriale di non poco conto che la Presidente della Regione affronta direttamente ed in esclusiva, dimostrando di non fidarsi neanche dei suoi assessori. 

La firma della intesa che la nostra Presidente ha sottoscritto con l'Anas e la Regione Veneto ha posto le condizioni per la svendita di Autovie Venete. Infatti la pattuizione raggiunga non consente di pensare diversamente alla svendita della più importante società partecipata regionale fra le poche se non l'unica che produce utili. Infatti nell'arco di poco tempo se l'accordo siglato verrà attuato, dopo la prima fase relativa alla costituzione della nuova società, la maggioranza sarà appannaggio dell'Anas. Quindi un ritorno alle origini della società autostradale quando era di proprietà dello Stato, in linea con la politica dell'attuale governo nazionale che com'è noto sta demolendo la politica del decentramento. Come non bastasse, e fermo restando se i soldi conferiti da Anas alla Regione saranno sufficienti a liquidare i soci privati in autovie venete, si pone un altro rilevante problema legato a Friulia spa, strumento finanziario che ha favorito la crescita delle piccole e medie imprese del nostro territorio. 

Infatti autovie venete con gli utili maturati annualmente, ha consentito a Friulia, in modo particolare negli ultimi anni, di proseguire la sua attività. Ma con l'accordo di Serracchiani è evidente che ciò non potrà verificarsi considerato che i dividendi della nuova autovie venete non potranno più essere conferiti alla finanziaria regionale con la conseguenza della sua morte per dissanguamento in tempi molto brevi. Tanti problemi che assieme alla indefinitezza del destino dei 630 dipendenti di Autovie, pongono  non poche perplessità e preoccupazioni per l'intesa che in totale solitudine ha sottoscritto la Presidente della Regione. 

Chissà se il Consiglio regionale vorrà metterci mano considerato che è una sua precisa prerogativa e che non intende far passare sotto traccia una questione di così grande rilevanza e importanza. Stiamo attenti però che comunque l’ultima parola spetta all’Unione europea previo il parere delle commissioni traporti e soprattutto quella che regola il mercato e la concorrenza perché in questo caso si tratta di una concessione che viene data a una nuova società, senza gara considerato che l’attuale autovie venete viene messa in liquidazione.

 

Addì, 22 dicembre 2016

Archivio News

2020

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2019

2018

2017

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2016

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2015

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2014

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

LA CRISI CONTINUA ! Sperando che qualche onorevole risponda! Il gruppo svedese non può fare ciò che vuole! L'ELECTROLUX NON DEVE CHIUDERE! Terza corsia come nel gioco dell'oca! Subito la riforma per salvare la sanità! Politica industriale regionale inadeguata! E SE LA RIFORMA RENZI-BERLUSCONI NON PASSA AL SENATO? Ferriera a rischio chiusura Franceschini non s'ha da rottamare! Stop alla realizzazione della terza corsia! A ELECTROLUX NON SERVONO STERILI BARUFFE! Regione FVG: iniziate le svendite! Garantire futuro alle Latterie friulane! PER IL CORRIDOIO SEI SOLO INDECISIONE! IL NUOVO CORSO RENZIANO SCEGLIE IL PEGGIO DEL PEGGIO! Regione scarica barile! Quattro proposte per dare risposta alle aspettative degli italiani! UNA RIFORMA PASTICCIATA! Accelerare i tempi per dare continuità industriale alla Ferriera! Economia pordenonese in affanno! Zaia invece che parlare agisca ! Il non fare del Governo Letta! Rivedere il servizio idrico integrato! ZAIA DEMAGOGO SULLE AUTOSTRADE! Cittadella della salute: una presa in giro! LA DOPPIA FACCIA DELLA LEGA! La nuova legge elettorale non riconcilierà gli italiani con la politica! Terza corsia: speriamo non sia un girone dell'inferno Dantesco! Rischio deriva sanitaria! Autovie Venete e terza corsia: "esperta" se ci sei batti un colpo! REGIONE: programma e attività ancora da decifrare! Ha vinto il migliore? Una nuova legge elettorale per tornare subito al voto! BASTA CON NUOVE TASSE! A RISCHIO LO SVILUPPO DEL TERRITORIO! Paga sempre pantalone! Si faccia subito chiarezza!

2013

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

marzo

febbraio

gennaio

2012

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2011

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

cheap mlb jerseys cheap nfl jerseys cheap nfl jerseys wholesale discount tiffany outlet christian louboutin shoes outlet mbt shoes australia christian louboutin wholesale