News
Unknown Il sistema elettorale giusto è il proporzionale

Silvio Berlusconi si sta guadagnando la palma di uomo politico più equilibrato e affidabile. Persino al Quirinale la pensano così. Dunque è dal vecchio leader di Forza Italia che passa la possibilità che nei prossimi mesi l’asse Mattarella-Gentiloni abbia il sopravvento su quello Renzi-renzisti. È infatti il Cavaliere ad aver imboccato la strada più giusta per arrivare ad una legge elettorale finalmente ragionevole un proporzionale corretto dalla soglia di sbarramento, premio di maggioranza, preferenza unica e dalla sfiducia costruttiva, così da coniugare in modo equilibrato la rappresentanza con la governabilità.

Viceversa, Renzi ha offerto al Pd sia un’analisi povera e poco convincente del voto referendario sia la riesumazione del Mattarellum, che è strumento adatto solo ad uno schema bipolare della realtà politica che oggi non c'è più. Il gioco di Renzi è fin troppo chiaro: da un lato, l’ex primo ministro vuole provare a forzare la mano per vedere se passa la sua proposta, dall’altro la usa per bloccare quelle altrui. Tutto deriva da un difetto di analisi, e cioè partire dal presupposto che il 40,8% di Sì referendari siano voti di Renzi. Cui si aggiunge l’errore di credere che il Pd vincerebbe sia se dovesse vedersela con il centro-destra sia con i grillini. 

C'è poi da considerare la questione dell’economia. Il malcontento vero – e ce n’è molto anche tra chi ha votato Sì – sta su questo fronte, e nulla abbiamo ascoltato che ci faccia capire come la politica economica messa in campo nei mille giorni di Renzi sia stata oggetto di una revisione critica. Il fatto che il primo atto del governo Gentiloni ha dovuto essere quello a salvaguardia delle banche in difficoltà, per toglierle dalle grinfie del bail-in, la dice lunga sulla miopia dell’esecutivo precedente.

Naturalmente, se “Atene piange, Sparta non ride”. Lo spettacolo indecoroso prodotto dalla giunta pentastellare di Roma va ben al di là del Campidoglio, perché mostra come la protesta (fondata) verso l’establishment, politico e non solo, si sia indirizzata verso un “non partito” che manca dei requisiti democratici mentre non si fa mancare alcuno dei difetti delle forze politiche tradizionali. 

C'è poi un quadro da cui emerge la necessità di una vera e propria rifondazione della politica italiana, e questo cozza con l’auspicio, di lunga vita al governo Gentiloni. No, non c’è contraddizione. Primo perché uno dei compiti di questo governo è riformulare la legge elettorale. Secondo perché se si vuole voltar pagina occorre ridisegnare l’impianto istituzionale, e siccome l’unico modo per farlo senza commettere gli errori di Renzi è affidarne il compito ad un’Assemblea Costituente. E terzo perché il carattere necessariamente transitorio di questo esecutivo è la sua debolezza ma anche la sua forza.

Confidiamo che il 2017 sia un anno di novità positive. E per questo vi e ci facciamo tanti auguri.

 

Addì, 30 dicembre 2016

Archivio News

2019

2018

2017

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2016

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2015

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2014

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

LA CRISI CONTINUA ! Sperando che qualche onorevole risponda! Il gruppo svedese non può fare ciò che vuole! L'ELECTROLUX NON DEVE CHIUDERE! Terza corsia come nel gioco dell'oca! Subito la riforma per salvare la sanità! Politica industriale regionale inadeguata! E SE LA RIFORMA RENZI-BERLUSCONI NON PASSA AL SENATO? Ferriera a rischio chiusura Franceschini non s'ha da rottamare! Stop alla realizzazione della terza corsia! A ELECTROLUX NON SERVONO STERILI BARUFFE! Regione FVG: iniziate le svendite! Garantire futuro alle Latterie friulane! PER IL CORRIDOIO SEI SOLO INDECISIONE! IL NUOVO CORSO RENZIANO SCEGLIE IL PEGGIO DEL PEGGIO! Regione scarica barile! Quattro proposte per dare risposta alle aspettative degli italiani! UNA RIFORMA PASTICCIATA! Accelerare i tempi per dare continuità industriale alla Ferriera! Economia pordenonese in affanno! Zaia invece che parlare agisca ! Il non fare del Governo Letta! Rivedere il servizio idrico integrato! ZAIA DEMAGOGO SULLE AUTOSTRADE! Cittadella della salute: una presa in giro! LA DOPPIA FACCIA DELLA LEGA! La nuova legge elettorale non riconcilierà gli italiani con la politica! Terza corsia: speriamo non sia un girone dell'inferno Dantesco! Rischio deriva sanitaria! Autovie Venete e terza corsia: "esperta" se ci sei batti un colpo! REGIONE: programma e attività ancora da decifrare! Ha vinto il migliore? Una nuova legge elettorale per tornare subito al voto! BASTA CON NUOVE TASSE! A RISCHIO LO SVILUPPO DEL TERRITORIO! Paga sempre pantalone! Si faccia subito chiarezza!

2013

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

marzo

febbraio

gennaio

2012

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2011

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

cheap mlb jerseys cheap nfl jerseys cheap nfl jerseys wholesale discount tiffany outlet christian louboutin shoes outlet mbt shoes australia christian louboutin wholesale