News
9images U.T.I. PERCHÈ ?

L’ultima che abbiamo sentita dalla giunta Serracchiani è questa: in futuro,..forse..., ..chissà…, non si sa mai…, si può pensare a trasformare le UTI in enti ad elezione diretta anziché, come sono adesso, istituzioni create, imposte e governate dall’alto e dal più forte. 

L’assessore Panotin che tra i molti ha anche il difetto di ubbidire pedissequamente alla sua Presidente e seguirla ciecamente anche nelle avventure più sconsiderate come questa, l’ultima boutade delle elezioni dirette - inventata sperando inutilmente di arginare una critica sempre più feroce - rischia di diventare la più incredibile.

Il problema delle UTI non è quello della elezione dei suoi organi o meglio lo sarebbe, ma ben dopo aver risolto infiniti altri problemi a cominciare dalle dimensioni degli enti, dalla scelta delle aggregazioni, dai costi per farle funzionare e da ciò che è ancora necessario per trasformarle in istituti minimamente efficienti per la gestione dei servizi comuni. 

L’ ultima novità in proposito è la dichiarata incapacità dei comuni, (si badi, anche di quelli amici che alle UTI hanno aderito per obbedienza di partito), di fare il proprio bilancio entro il 31 marzo: i Sindaci non sanno ancora con certezza quali saranno i trasferimenti loro assegnati (sembrerebbe solo al telefono) dal momento che parte significativa di essi sarebbero destinati alle UTI per servizi che queste non sanno ancora se, come e quando gestiranno.

E’ sin troppo ingeneroso ricordare che i bilanci, nelle regioni “ordinarie”, si dovrebbero fare al 31 dicembre dell’anno prima e non già a marzo o addirittura a metà o alla fine dell’anno di gestione, così livellando i nostri meritevoli enti locali all’andazzo delle peggiori realtà italiane.

Ben venga quindi l’elezione diretta che consentirebbe ai cittadini di premiare o punire i propri amministratori attraverso le consultazioni democratiche, ma è oltremodo difficile pensare di farlo per enti che comunque non rappresenterebbero i loro amministrati, perché nella maggior parte dei casi, difficilmente gli elettori sarebbero in grado di riconoscersi in quelle realtà che non sono comunità di popolo ma meri gestori di servizi, ammesso e non concesso che siano anche in grado di farlo.

In definitiva la mancanza dell’elezione diretta è sicuramente il più importante dei problemi che la riforma o meglio la soppressione delle Province ha generato, ma oggi non è il primo da risolvere: bisogna trovare altre forme di ente intermedio, non così fortemente parcellizzato e soprattutto più coeso e partecipato.

Oggi, contro queste logiche si è invece imposto un pesante, “ottuso” centralismo regionale, al pari di quello che molti imputano allo Stato, nel quale gli enti locali diventano mero strumento di disegni calati dall’alto e per la maggior parte contro ogni buon senso e logica. 

Il problema delle UTI , delle elezioni e del buon governo che non c’è più, è alla fine un problema di Democrazia o meglio di quel poco che di essa sembra rimasto.

 

Addì, 14 marzo 2017

Archivio News

2019

2018

2017

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2016

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2015

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2014

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

LA CRISI CONTINUA ! Sperando che qualche onorevole risponda! Il gruppo svedese non può fare ciò che vuole! L'ELECTROLUX NON DEVE CHIUDERE! Terza corsia come nel gioco dell'oca! Subito la riforma per salvare la sanità! Politica industriale regionale inadeguata! E SE LA RIFORMA RENZI-BERLUSCONI NON PASSA AL SENATO? Ferriera a rischio chiusura Franceschini non s'ha da rottamare! Stop alla realizzazione della terza corsia! A ELECTROLUX NON SERVONO STERILI BARUFFE! Regione FVG: iniziate le svendite! Garantire futuro alle Latterie friulane! PER IL CORRIDOIO SEI SOLO INDECISIONE! IL NUOVO CORSO RENZIANO SCEGLIE IL PEGGIO DEL PEGGIO! Regione scarica barile! Quattro proposte per dare risposta alle aspettative degli italiani! UNA RIFORMA PASTICCIATA! Accelerare i tempi per dare continuità industriale alla Ferriera! Economia pordenonese in affanno! Zaia invece che parlare agisca ! Il non fare del Governo Letta! Rivedere il servizio idrico integrato! ZAIA DEMAGOGO SULLE AUTOSTRADE! Cittadella della salute: una presa in giro! LA DOPPIA FACCIA DELLA LEGA! La nuova legge elettorale non riconcilierà gli italiani con la politica! Terza corsia: speriamo non sia un girone dell'inferno Dantesco! Rischio deriva sanitaria! Autovie Venete e terza corsia: "esperta" se ci sei batti un colpo! REGIONE: programma e attività ancora da decifrare! Ha vinto il migliore? Una nuova legge elettorale per tornare subito al voto! BASTA CON NUOVE TASSE! A RISCHIO LO SVILUPPO DEL TERRITORIO! Paga sempre pantalone! Si faccia subito chiarezza!

2013

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

marzo

febbraio

gennaio

2012

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2011

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

cheap mlb jerseys cheap nfl jerseys cheap nfl jerseys wholesale discount tiffany outlet christian louboutin shoes outlet mbt shoes australia christian louboutin wholesale