News
18Unknown IL MACRON ITALIANO ANCORA NON C'È

Il confronto tra Italia e Francia è impietoso. Emmanuel Macron, si accinge a governare il suo paese e a provare a riavviare il processo d’integrazione europea.

Da noi il governo Gentiloni rimane in piedi per le ambizioni di chi vorrebbe buttarlo giù per andare alle elezioni. In questo quadro di evidenti differenze, la ridicola ricerca del Macron nostrano, rende ancora più mortificante il confronto.

Chiariamo una cosa: il neo-presidente francese è il frutto di una precisa scelta di una parte consistente della società francese. Macron è il prodotto di una classe dirigente consapevole del proprio ruolo, dotata di visione strategica, che visto lo sgretolarsi dei partiti di governo e di fronte al pericolo populista della Le Pen, ha costruito una credibile alternativa. Dietro a Macron si è poi manifestata la borghesia che non ne poteva più dei vecchi partiti e delle facce consumate, ma che non si è fatta abbindolare da parole d’ordine radicali, che non ha cercato una rottura fine a sé stessa.

Ecco perché ha accolto e dato fiducia con così largo margine ad un volto nuovo ma rassicurante, un uomo che proponeva alla Francia di essere modernizzata.

Ecco, da noi siamo di fronte al disastro di una classe dirigente incapace di dare a se stessa e all’Italia non solo un progetto per il futuro, ma neppure una modalità di gestione comune del presente.

Avremmo bisogno di un sistema politico capace di governare i processi anziché subirli e di istituzioni efficienti e moderne.

Ma invece di costruire questa condizione capace di realizzare cambiamenti radicali, ci si rifugia in leader fragili, tutti mediatici, basati sulla protesta e sulla ironia.

Gran parte della classe dirigente e della società ha pensato che queste qualità miracolose le possedesse Matteo Renzi. Ci ha creduto e l’ha sostenuto ma poi si è accorta, in parte già prima del referendum, e poi in larga misura dopo, che aveva coltivato speranze mal riposte. Solo che teme di non avere alternative, tanto più se pensa all’età di Berlusconi, se ascolta le volgarità di Salvini e se guarda ai pasticci pericolosi di Grillo.

È vero, c’è il problema dell’alternativa senza la quale ci si potrebbe trovare dopo il voto o senza governo o con un esecutivo che rischia di farci rimpiangere di non averne nessuno. Ed è per questo che l’alternativa bisogna trovarla. A Macron è servito meno di un anno ed è giusto il tempo che ci separa dalle elezioni.

È venuto il momento di accantonare riserve e rancori, di unire le forze, di avere coraggio. Lo spazio politico ed elettorale c’è e se si pensa all’astensionismo non qualunquista da recuperare, è perfino sconfinato. Ci sono uomini di esperienza che hanno già dato il loro contributo alla società e alle istituzioni e ci sono giovani che hanno qualità, prima di tutto culturali.

 

24 giugno 2017

 

Archivio News

2019

2018

2017

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2016

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2015

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2014

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

LA CRISI CONTINUA ! Sperando che qualche onorevole risponda! Il gruppo svedese non può fare ciò che vuole! L'ELECTROLUX NON DEVE CHIUDERE! Terza corsia come nel gioco dell'oca! Subito la riforma per salvare la sanità! Politica industriale regionale inadeguata! E SE LA RIFORMA RENZI-BERLUSCONI NON PASSA AL SENATO? Ferriera a rischio chiusura Franceschini non s'ha da rottamare! Stop alla realizzazione della terza corsia! A ELECTROLUX NON SERVONO STERILI BARUFFE! Regione FVG: iniziate le svendite! Garantire futuro alle Latterie friulane! PER IL CORRIDOIO SEI SOLO INDECISIONE! IL NUOVO CORSO RENZIANO SCEGLIE IL PEGGIO DEL PEGGIO! Regione scarica barile! Quattro proposte per dare risposta alle aspettative degli italiani! UNA RIFORMA PASTICCIATA! Accelerare i tempi per dare continuità industriale alla Ferriera! Economia pordenonese in affanno! Zaia invece che parlare agisca ! Il non fare del Governo Letta! Rivedere il servizio idrico integrato! ZAIA DEMAGOGO SULLE AUTOSTRADE! Cittadella della salute: una presa in giro! LA DOPPIA FACCIA DELLA LEGA! La nuova legge elettorale non riconcilierà gli italiani con la politica! Terza corsia: speriamo non sia un girone dell'inferno Dantesco! Rischio deriva sanitaria! Autovie Venete e terza corsia: "esperta" se ci sei batti un colpo! REGIONE: programma e attività ancora da decifrare! Ha vinto il migliore? Una nuova legge elettorale per tornare subito al voto! BASTA CON NUOVE TASSE! A RISCHIO LO SVILUPPO DEL TERRITORIO! Paga sempre pantalone! Si faccia subito chiarezza!

2013

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

marzo

febbraio

gennaio

2012

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2011

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

cheap mlb jerseys cheap nfl jerseys cheap nfl jerseys wholesale discount tiffany outlet christian louboutin shoes outlet mbt shoes australia christian louboutin wholesale