News
18images Obiettivo crescita

La campagna elettorale per le prossime regionali del Fvg è già iniziata. Lo si percepisce e lo si tocca con mano. I diversi schieramenti si punzecchiano con sempre maggior frequenza senza lesinare accuse su vari temi che riguardano sia la regione sia il Governo nazionale, anch'esso al voto  nel 2018. i colpi di fioretto non mancano neanche in occasione delle inaugurazioni di varie opere con gli attuali governanti regionali che fanno di tutto per attribuirsi il merito. Insomma cercano di farsi belli di fronte ai cittadini per acquisire consenso.

Comprendiamo le ragioni di far vedere o far credere l’impegno per il proprio territorio ma quello che va un po’ meno bene è che l'attuale classe dirigente non intende presentare un consuntivo di quanto fatto in questi quattro e più anni di legislatura. Eh sì, nessuno che si guarda allo specchio per un minimo di autocritica sugli errori fatti e specialmente di indicare soluzioni per porre rimedio alla situazione non positiva che hanno causato governando. 

Ad esempio,  è ormai assodato l'impoverimento del patrimonio pubblico oggetto di continue scorribande da parte degli azionisti delle partecipate pubbliche nei diversi settori di competenza che rappresentano sia la destra che la sinistra. Non da ultimo il settore dei trasporti pubblici sottopostO a una pressione inusitata da parte di alcuni suoi azionisti Comuni e Provincie per aver messo in vendita i rispettivi pacchetti azionari solo allo scopo di recuperare denari da destinare poi alle più svariate iniziative. Tale situazione crea non pochi problemi sia relativamente alla rinuncia del governo dei trasporti pubblici da un lato da parte delle autonomie locali coinvolte e, dall’altro, l’impoverimento che ne consegue della società pubblica che si espone a interventi esterni che poco hanno a che fare col territorio e la conoscenza dei suoi bisogni. Di fronte a queste e altre situazioni, il silenzio della Regione è terribile in quanto rinuncia a una sua ben precisa prerogativa. Oppure il suo tacere è legato all’intenzione di lucrare sulle risorse finanziarie che incasserà come quelle delle ex provincie, per poi distribuirle a suo piacimento sull’intero territorio regionale senza tener conto che gli azionisti sono solo alcuni Comuni della provincia e non della Regione.

Una situazione quindi che pone delle domande serie e delle condizioni politiche per affrontare tematiche molto importanti che se attuate come taluni vorrebbero non farebbero altro che impoverire ancor di più il territorio pordenonese ma anche quello di altre realtà regionali.

Le prossime elezioni per il rinnovo della Presidenza della Regione Fvg dovranno vedere le forze politiche in campo prendere in considerazione queste rilevanti questioni che insieme a quelle delle intervenute riforme dello Statuto, delle autonomie locali e, specialmente della sanità. E premiate, saranno quelle formazioni partitiche che sapranno meglio di altri interpretare il bisogno di riformismo serio capace di rilanciare e dare nuovo impulso al territorio. Bisogna convincere i tanti elettori del partito degli astensionisti ponendosi come obiettivo primario per una Regione dove la qualità di vita sia migliore rispetto l’attuale, creando più occasioni di lavoro e con servizi pubblici rispondenti alle esigenze dei cittadini!

 

27 giugno 2017

Archivio News

2019

2018

2017

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2016

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2015

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2014

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

LA CRISI CONTINUA ! Sperando che qualche onorevole risponda! Il gruppo svedese non può fare ciò che vuole! L'ELECTROLUX NON DEVE CHIUDERE! Terza corsia come nel gioco dell'oca! Subito la riforma per salvare la sanità! Politica industriale regionale inadeguata! E SE LA RIFORMA RENZI-BERLUSCONI NON PASSA AL SENATO? Ferriera a rischio chiusura Franceschini non s'ha da rottamare! Stop alla realizzazione della terza corsia! A ELECTROLUX NON SERVONO STERILI BARUFFE! Regione FVG: iniziate le svendite! Garantire futuro alle Latterie friulane! PER IL CORRIDOIO SEI SOLO INDECISIONE! IL NUOVO CORSO RENZIANO SCEGLIE IL PEGGIO DEL PEGGIO! Regione scarica barile! Quattro proposte per dare risposta alle aspettative degli italiani! UNA RIFORMA PASTICCIATA! Accelerare i tempi per dare continuità industriale alla Ferriera! Economia pordenonese in affanno! Zaia invece che parlare agisca ! Il non fare del Governo Letta! Rivedere il servizio idrico integrato! ZAIA DEMAGOGO SULLE AUTOSTRADE! Cittadella della salute: una presa in giro! LA DOPPIA FACCIA DELLA LEGA! La nuova legge elettorale non riconcilierà gli italiani con la politica! Terza corsia: speriamo non sia un girone dell'inferno Dantesco! Rischio deriva sanitaria! Autovie Venete e terza corsia: "esperta" se ci sei batti un colpo! REGIONE: programma e attività ancora da decifrare! Ha vinto il migliore? Una nuova legge elettorale per tornare subito al voto! BASTA CON NUOVE TASSE! A RISCHIO LO SVILUPPO DEL TERRITORIO! Paga sempre pantalone! Si faccia subito chiarezza!

2013

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

marzo

febbraio

gennaio

2012

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2011

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

cheap mlb jerseys cheap nfl jerseys cheap nfl jerseys wholesale discount tiffany outlet christian louboutin shoes outlet mbt shoes australia christian louboutin wholesale