News
AL SUD COME AL NORD

Il risultato del voto in Sicilia, confermando le previsioni, rappresenta, per varie ragioni, una situazione preoccupante. Prima fra tutti l’astensione che ha raggiunto percentuali elevate con la quale i cittadini siciliani hanno voluto gridare la loro disaffezione all’attuale classe dirigente di tutti i partiti, nessuno escluso, ivi compresi i penta stellati. Ed è successo esattamente quanto accaduto nel resto del Paese. Una situazione che ha riconfermato il non voto degli isolani in linea con quanto si era verificato nelle due precedenti elezioni delle amministrative locali. Da ciò si può trarre una grande delusione del popolo che elezione dopo elezione si allontana dalle urne.

Ma, di fronte a questo fenomeno, qualcuno continuerà a dire, sbagliando, che non c’è da preoccuparsi perché tutto questo già accade in gran parte dei Paesi anglosassoni!! 
Invece, sappiamo che la diserzione dal voto è dovuta alla sempre maggior malessere degli elettori che non vedono un progetto serio e concreto per una effettiva ripresa economica, il lavoro e un efficace welfare. Purtroppo, nella realtà dei fatti, i partiti non si preoccupano se le gente va a votare o meno perché per loro conta solo la percentuale dei voti che prenderà il partito di appartenenza non capendo che la disaffezione è l’anticamera della rabbia delle persone con tutto ciò che ne potrebbe conseguire!

Poi, il risultato del voto siciliano ha pure confermato che non si differenzia da quanto succede nel resto del Paese: lo confermano i risultati, l’astensione e le percentuali ai partiti. Infatti il maggior consenso al centro-destra è come quello che ha ottenuto alle elezioni degli ultimi due anni in Italia, come pure quello ai 5Stelle. Anche il risultato del Pd in forte calo rischia di avere la stessa sorte alle prossime elezioni politiche così come l’ha avuta nelle ultime competizioni, compresa quella del referendum Costituzionale. Poi c’è il partito di Alfano che in casa sua, la Sicilia, è stato estinto, figuriamoci che cosa gli accadrà alle politiche nazionali. Il Mdp è l’unico partito che mettendosi per la prima volta sul nastro di partenza ha ottenuto un risultato che gli consentirà di trovare conferma o meno alle prossime elezioni nazionali.

Quindi, quello della Sicilia è uno scenario elettorale che non può non avere risonanza nazionale checché ne dicano i piddini renziani che con la solita spocchia già dichiarano che quel voto fa storia a se e che nulla ha da vedere con il resto del Paese. Siamo alle solite, per loro gli elettori non hanno mai ragione, sbagliano sempre, come quando il Pd dopo la sonora batosta del Referendum Costituzionale dissero che gli elettori non avevano capito la loro comunicazione. Insomma è solo il partito di Renzi che capisce mentre gli altri non capiscono. Purtroppo siamo arrivati a un punto di non ritorno ed è quindi giusto che il Pd sia punito dagli elettori ed è anche comprensibile che nei prossimi giorni al loro interno comincerà il cannibalismo per un posto nei collegi elettorali.

Archivio News

2017

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2016

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2015

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2014

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

LA CRISI CONTINUA ! Sperando che qualche onorevole risponda! Il gruppo svedese non può fare ciò che vuole! L'ELECTROLUX NON DEVE CHIUDERE! Terza corsia come nel gioco dell'oca! Subito la riforma per salvare la sanità! Politica industriale regionale inadeguata! E SE LA RIFORMA RENZI-BERLUSCONI NON PASSA AL SENATO? Ferriera a rischio chiusura Franceschini non s'ha da rottamare! Stop alla realizzazione della terza corsia! A ELECTROLUX NON SERVONO STERILI BARUFFE! Regione FVG: iniziate le svendite! Garantire futuro alle Latterie friulane! PER IL CORRIDOIO SEI SOLO INDECISIONE! IL NUOVO CORSO RENZIANO SCEGLIE IL PEGGIO DEL PEGGIO! Regione scarica barile! Quattro proposte per dare risposta alle aspettative degli italiani! UNA RIFORMA PASTICCIATA! Accelerare i tempi per dare continuità industriale alla Ferriera! Economia pordenonese in affanno! Zaia invece che parlare agisca ! Il non fare del Governo Letta! Rivedere il servizio idrico integrato! ZAIA DEMAGOGO SULLE AUTOSTRADE! Cittadella della salute: una presa in giro! LA DOPPIA FACCIA DELLA LEGA! La nuova legge elettorale non riconcilierà gli italiani con la politica! Terza corsia: speriamo non sia un girone dell'inferno Dantesco! Rischio deriva sanitaria! Autovie Venete e terza corsia: "esperta" se ci sei batti un colpo! REGIONE: programma e attività ancora da decifrare! Ha vinto il migliore? Una nuova legge elettorale per tornare subito al voto! BASTA CON NUOVE TASSE! A RISCHIO LO SVILUPPO DEL TERRITORIO! Paga sempre pantalone! Si faccia subito chiarezza!

2013

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

marzo

febbraio

gennaio

2012

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2011

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

cheap mlb jerseys cheap nfl jerseys cheap nfl jerseys wholesale discount tiffany outlet christian louboutin shoes outlet mbt shoes australia christian louboutin wholesale