News
DECLINO PORDENONESE

Arrivati alla fine dell'anno non si può nascondere che nel nostro territorio pordenonese ci siano stati molti cambiamenti, rispetto al recente passato dove l'andamento dell'economia era soddisfacente.

Quest'anno, invece, non si sono avuti i risultati positivi che tutti avrebbero voluto. I consumi sono calati sia in quantità che in qualità e di questo, buoni testimoni sono i commercianti.

D'altra parte la nostra ex provincia (cancellata da una legge regionale, unica in Italia), ha subito notevoli contraccolpi sul versante istituzionale con la perdita di potenzialità di taluni uffici pubblici statali.

Anche le aziende private hanno subito perdite produttive e talune hanno dovuto chiudere i battenti nonostante le innumerevoli promesse della politica regionale e locale. Si pensi alla sventurata fine di Ideal Standard o della Lavinox del gruppo Sassoli che lavorava quasi a mono commessa per l'Electrolux professional, con prospettive di buon futuro produttivo ma nei confronti della quale, nessuno è intervenuto per salvarla lasciandola al suo lento ed inesorabile declino (la Regione Fvg non si è vista). Non si dimentichino la zona del mobile, con la perdita di potenzialità che nel passato avevano dato forza economica e occupazionale al territorio, e, ancora, all'Electrolux che vede ridursi le commesse di lavoro generando ulteriore incertezza per il futuro.

Ma, come non bastasse, un'altra storica azienda pordenonese come la Savio spa, già passata nelle mani di un fondo finanziario francese, sembra in procinto di essere ceduta a imprenditori stranieri che potrebbero, nel medio periodo, trasferirne la produzione e la sede legale, in qualche Paese orientali.

A quel punto, la nostra realtà un tempo pullulante di florida economia, subirebbe un contraccolpo dal quale difficilmente si riprenderebbe.

Fortunatamente, ancora regge la piccola e media impresa, ben distribuita e radicata sul territorio, che garantisce PIL e occupazione. Ma, anch'essa, senza la media e grande industria, potrebbe avere sofferenze produttive.

Un tempo, la politica regionale dava prospettive di sviluppo mettendo a disposizione, d'intesa con il mondo delle categorie, delle organizzazioni sindacali e produttive, progetti industriali che consentivano visioni complessive delle problematiche generali e strutturali.

Oggi, non è più così e lo dimostrano le risultanze di una politica che non è più nella condizione di rispondere, con preveggenza, alle varie questioni economiche, limitandosi a inseguire disordinatamente e malamente l'insorgere di criticità nel mondo del lavoro e nel sociale.

Ecco quindi, che il consuntivo, non può che essere deludente per la società pordenonese che avrebbe meritato più attenzione da parte di una politica all'altezza del compito.

A questo punto, non rimane che sperare in una nuova dirigenza capace di creare condizioni per una futura ripresa.

 

 

Lì, 21 dicembre 2017

Archivio News

2018

2017

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2016

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2015

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2014

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

LA CRISI CONTINUA ! Sperando che qualche onorevole risponda! Il gruppo svedese non può fare ciò che vuole! L'ELECTROLUX NON DEVE CHIUDERE! Terza corsia come nel gioco dell'oca! Subito la riforma per salvare la sanità! Politica industriale regionale inadeguata! E SE LA RIFORMA RENZI-BERLUSCONI NON PASSA AL SENATO? Ferriera a rischio chiusura Franceschini non s'ha da rottamare! Stop alla realizzazione della terza corsia! A ELECTROLUX NON SERVONO STERILI BARUFFE! Regione FVG: iniziate le svendite! Garantire futuro alle Latterie friulane! PER IL CORRIDOIO SEI SOLO INDECISIONE! IL NUOVO CORSO RENZIANO SCEGLIE IL PEGGIO DEL PEGGIO! Regione scarica barile! Quattro proposte per dare risposta alle aspettative degli italiani! UNA RIFORMA PASTICCIATA! Accelerare i tempi per dare continuità industriale alla Ferriera! Economia pordenonese in affanno! Zaia invece che parlare agisca ! Il non fare del Governo Letta! Rivedere il servizio idrico integrato! ZAIA DEMAGOGO SULLE AUTOSTRADE! Cittadella della salute: una presa in giro! LA DOPPIA FACCIA DELLA LEGA! La nuova legge elettorale non riconcilierà gli italiani con la politica! Terza corsia: speriamo non sia un girone dell'inferno Dantesco! Rischio deriva sanitaria! Autovie Venete e terza corsia: "esperta" se ci sei batti un colpo! REGIONE: programma e attività ancora da decifrare! Ha vinto il migliore? Una nuova legge elettorale per tornare subito al voto! BASTA CON NUOVE TASSE! A RISCHIO LO SVILUPPO DEL TERRITORIO! Paga sempre pantalone! Si faccia subito chiarezza!

2013

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

marzo

febbraio

gennaio

2012

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2011

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

cheap mlb jerseys cheap nfl jerseys cheap nfl jerseys wholesale discount tiffany outlet christian louboutin shoes outlet mbt shoes australia christian louboutin wholesale