News
INVOLUZIONE INDUSTRIALE

Non c’è solo la crisi dell’ex ILVA che deve preoccupare l’economia del Paese. C’è anche la difficilissima situazione industriale di ALITALIA e i problemi che potrebbero insorgere con la fusione di FCA e la francese PEUGEOT. 

 

A ciò bisogna aggiungere la grande crisi della politica industriale i cui risultati si vedono un po’ ovunque. I responsabili politici avrebbero dovuto fare più investimenti. Ma il nostro Paese non ha fatto quasi niente per evitare che un po’ alla volta la propria politica industriale venisse fatta a pezzi. Quindi non c’è molto da stupirsi se nella vicenda ILVA sia scritta buona parte della nostra storia industriale recente.

 

Certamente ancora oggi siamo la seconda manifattura d’Europa. Siamo un Paese che ha saputo arrangiarsi in questi anni, ma alla fine pezzi di industria sono stati messi all’asta nelle mani delle multinazionali. A tutto ciò bisogna aggiungere la mancanza di investimenti e la sottovalutazione dei problemi. Da diverso tempo le rappresentanti sindacali e della Confindustria non hanno un interlocutore davanti. E se lo hanno avuto, non ha saputo fare della buona politica.

 

E il risultato è che l’Italia sta diventando un inferno. Un inferno soprattutto fiscale, dove le imprese e i lavoratori pagano una quantità di tasse enorme  e sono soffocate dalla burocrazia che frena non poco le loro attività. Purtroppo stiamo pagando una politica assente, senza proposte, senza progetti, che insegue promesse e che, ripeto, non fa investimenti. 

 

Il Paese si preoccupa degli immigrati ma non si preoccupa delle migliaia di giovani che invece se ne vanno dall’Italia. Gli stessi sindacati sono sulla difensiva mentre il mondo imprenditoriale sta sciogliendo le righe e ognuno se ne va dove vuole, lontano dall’Italia.

 

E di fronte a questa triste situazione, l’ILVA è lo specchio di quanto è sotto gli occhi di tutti. Nella maniera più totale e clamorosa. L’ILVA è il più grande stabilimento d’Europa ed è chiaro come il sole che oggi nell’epoca della globalizzazione ci sono aziende che comprano il marchio ma chiudono l’azienda. Su queste operazioni bisogna avere gli occhi aperti, è successo anche nell’industria alimentare non solo nell’acciaio. Su Taranto, purtroppo, è mancata una visione politica in grado di evitare che si arrivasse a questo. 

 

Oggi, c’è il bisogno di reagire e agire, affrontare di petto il problema perché siamo sul precipizio. È  assurdo andare avanti così, dando retta a chi voleva fare dell’ILVA una specie di Disneyland. 

 

La condizione per sperare di uscire dal tunnel negativo in cui l’economia si trova, è che questo Governo cominci a misurarsi su progetti veri, abbandonando i tweet e pensando a grandi piani per il futuro. Pensare in grande, senza stare a rincorrere le crisi quando il danno è già stato fatto.

 

 

Novembre 11, 2019

 

 

Archivio News

2019

2018

2017

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2016

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2015

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2014

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

LA CRISI CONTINUA ! Sperando che qualche onorevole risponda! Il gruppo svedese non può fare ciò che vuole! L'ELECTROLUX NON DEVE CHIUDERE! Terza corsia come nel gioco dell'oca! Subito la riforma per salvare la sanità! Politica industriale regionale inadeguata! E SE LA RIFORMA RENZI-BERLUSCONI NON PASSA AL SENATO? Ferriera a rischio chiusura Franceschini non s'ha da rottamare! Stop alla realizzazione della terza corsia! A ELECTROLUX NON SERVONO STERILI BARUFFE! Regione FVG: iniziate le svendite! Garantire futuro alle Latterie friulane! PER IL CORRIDOIO SEI SOLO INDECISIONE! IL NUOVO CORSO RENZIANO SCEGLIE IL PEGGIO DEL PEGGIO! Regione scarica barile! Quattro proposte per dare risposta alle aspettative degli italiani! UNA RIFORMA PASTICCIATA! Accelerare i tempi per dare continuità industriale alla Ferriera! Economia pordenonese in affanno! Zaia invece che parlare agisca ! Il non fare del Governo Letta! Rivedere il servizio idrico integrato! ZAIA DEMAGOGO SULLE AUTOSTRADE! Cittadella della salute: una presa in giro! LA DOPPIA FACCIA DELLA LEGA! La nuova legge elettorale non riconcilierà gli italiani con la politica! Terza corsia: speriamo non sia un girone dell'inferno Dantesco! Rischio deriva sanitaria! Autovie Venete e terza corsia: "esperta" se ci sei batti un colpo! REGIONE: programma e attività ancora da decifrare! Ha vinto il migliore? Una nuova legge elettorale per tornare subito al voto! BASTA CON NUOVE TASSE! A RISCHIO LO SVILUPPO DEL TERRITORIO! Paga sempre pantalone! Si faccia subito chiarezza!

2013

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

marzo

febbraio

gennaio

2012

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2011

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

cheap mlb jerseys cheap nfl jerseys cheap nfl jerseys wholesale discount tiffany outlet christian louboutin shoes outlet mbt shoes australia christian louboutin wholesale