News
BUONA VOLONTÀ

Pensavo che il mio proposito fosse più contenuto e che dopo cinque giorni potessi riprendere in mano i vecchi arnesi: presentare qualche leggero commento sulle vicende politiche regionali e nazionali. Non è stato così. La realtà si è rivelata ben più cruda di quanto immaginassi.

 

Sempre in attesa di una svolta, credevo di poter riprendere in mano queste pagine e riempirle di qualcos’altro. Siamo invece alle prese con il tema precedente, tema che si è rivelato ostico e difficilmente risolvibile. 

 

Al di là degli errori che si possono commettere e delle imprecisioni che ciascuno registra, quando è obbligato a far fronte ad emergenze di un certo tipo, bisogna dar realmente conto del fatto che in Regione, quanto a livello Nazionale, non c’è mai stata assenza di attenzione. 

 

L’intervento del Presidente della Repubblica ha fatto capire che non si tratti solo e limitatamente di aspetti di carattere medico-ospedaliero, ma ha fatto chiaramente intendere quanto sia importante il contributo di ciascun cittadino al fine di limitare questa cattiva esperienza sanitaria. Sembrerà strano, ma sono proprio queste le circostanze in cui non solo si invitano le parti a deporre le quotidiane schermaglie politiche, ma c’è un invito a rispolverare, in ciascuno di noi, quello spirito collaborativo, spirito che sembrava già da tempo in disuso ormai abbandonato chissà in quale angolo della nostra storia.

 

Come dire, di fronte a un guaio di tale portata, si possono sfoderare momenti per lo più ordinari. 

 

La chiusura delle scuole, dei momenti collettivi, culturali, sportivi, politici, testimoniano lo sforzo richiesto a ciascun soggetto, dai fanciulli, alle madri, ai padri, ai nonni, per non scordarsi i lavoratori, le imprese, il mondo religioso e l’intero tessuto che da luogo a un Paese. Tutto questo mette in rilievo il senso di collaborazione comune e di luminosi intenti di unità dell’intera Italia.

 

Per parte mia, ma gli esempi che cito sono geograficamente limitati, ricordo le tragedie capitate nelle nostre terre: la prima che ho vissuto direttamente relative all’alluvione nel 2003 della Val Canale Canal del Ferro; e, la seconda, vissuta ai margini, relativa alla tragedia del terremoto del 1976. Anche in questi due tristi casi, le popolazioni interessate hanno dato prova di una elevata partecipazione collettiva e di una sensibilità, non più registrate in misura così profonda. 

 

Oggi, in un raggio molto più vasto, in una condizione che sembra via via diventare sempre più estesa, riscopriamo quanto sia importante, quanto sia intenso, quanto sia indispensabile, per ciascuno di noi, sentirsi uniti per fronteggiare in sintonia una calamità così rilevante.

 

Degli errori, delle inesattezze, dei modi non sempre adatti e cose di questo genere, non intendo in alcun modo rilevare.  Sarebbe del tutto sciocco che mi mettessi a criticare un’azione, perché in questo modo, vanificherei il saggio messaggio di Mattarella, che ha invitato tutti quanti a rimboccassi le maniche e a seguire gli indirizzi volti a far convergere le energie, forze, abilità di tutti.

 

 

 

 

Marzo 06, 2020

Archivio News

2020

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2019

2018

2017

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2016

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2015

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2014

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

LA CRISI CONTINUA ! Sperando che qualche onorevole risponda! Il gruppo svedese non può fare ciò che vuole! L'ELECTROLUX NON DEVE CHIUDERE! Terza corsia come nel gioco dell'oca! Subito la riforma per salvare la sanità! Politica industriale regionale inadeguata! E SE LA RIFORMA RENZI-BERLUSCONI NON PASSA AL SENATO? Ferriera a rischio chiusura Franceschini non s'ha da rottamare! Stop alla realizzazione della terza corsia! A ELECTROLUX NON SERVONO STERILI BARUFFE! Regione FVG: iniziate le svendite! Garantire futuro alle Latterie friulane! PER IL CORRIDOIO SEI SOLO INDECISIONE! IL NUOVO CORSO RENZIANO SCEGLIE IL PEGGIO DEL PEGGIO! Regione scarica barile! Quattro proposte per dare risposta alle aspettative degli italiani! UNA RIFORMA PASTICCIATA! Accelerare i tempi per dare continuità industriale alla Ferriera! Economia pordenonese in affanno! Zaia invece che parlare agisca ! Il non fare del Governo Letta! Rivedere il servizio idrico integrato! ZAIA DEMAGOGO SULLE AUTOSTRADE! Cittadella della salute: una presa in giro! LA DOPPIA FACCIA DELLA LEGA! La nuova legge elettorale non riconcilierà gli italiani con la politica! Terza corsia: speriamo non sia un girone dell'inferno Dantesco! Rischio deriva sanitaria! Autovie Venete e terza corsia: "esperta" se ci sei batti un colpo! REGIONE: programma e attività ancora da decifrare! Ha vinto il migliore? Una nuova legge elettorale per tornare subito al voto! BASTA CON NUOVE TASSE! A RISCHIO LO SVILUPPO DEL TERRITORIO! Paga sempre pantalone! Si faccia subito chiarezza!

2013

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

marzo

febbraio

gennaio

2012

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2011

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

cheap mlb jerseys cheap nfl jerseys cheap nfl jerseys wholesale discount tiffany outlet christian louboutin shoes outlet mbt shoes australia christian louboutin wholesale