News
DOMANI: PRIMO GIORNO D'EUROPA

Dagli anni ’80 il mondo è stato trasformato, perché gli Stati Uniti hanno messo praticamente fuori porta le pratiche Keneysiane. Pratiche che salvarono gli USA dopo la grande crisi del 1929. Da allora, se escludiamo il bloco dell’est, il mondo seguì quelle indicazioni. 

 

Nel nostro Paese tutti gli anni dal dopo guerra fino agli anni ’80 imparò, senza difficoltà, quell’indirizzo. Il primo segnale di chiusura nei riguardi del teorico dell’economia americano, si ebbe alla fine degli anni ’70, con Margaret Thatcher. Ma è Ronald Reagan che liquida definitivamente Keynes, per dar spazio al cosiddetto neo liberismo.

 

Da allora ad oggi, la bandiera reaganiana, non è mai stata ammainata. 

 

Adesso, alla luce di questa catastrofe economica, il coronavirus non ha solo terribilmente colpito la vita, è causa pure di un afflosciamento economico. Di fronte a questo nubifragio, secondo alcuni a raggio più spaventoso da quello registrato nel lontano ’29, a mio modesto parere, servirebbe una riedizione di quelle politiche. Politiche in capo non agli Stati nazionali, non basterebbero, ma consegnate alle dita dell’intera Europa. E va da se, anche degli Stati Uniti d’America.

 

Domani si vedrà che cosa bollirà in pentola. Che idee matureranno gli Stati europei. Rispetto a quindici giorni fa, sembra che la rigidità allora esplicitata dalla Germania sia leggermente venuta meno. Escludo che tale fenomeno si estenda agli altri piccoli Paesi del nord, ma quel che conta e, sottolineo, quello che tutto determina, sarà la posizione tedesca.

 

Sono persuaso che alla fine molti Paesi utilizzeranno il MES, a patto che sia prosciugato dalle contromisure dei protocolli precedenti: 36 miliardi, utilizzabili essenzialmente, ma non solo per la sanità, non si possono certo lasciar per strada. Vi sarà poi un’ulteriore misura, ad orizzonte ampio, che dovrebbe essere indispensabile per applicare le politiche keneysiane, quelle di cui parlavo sopra. Politiche che darebbero ossigeno a tutte le nostra imprese, al lavoro e alla sicurezza di tutte le famiglie italiane. Ricordo solo che l’ammontare di una simile operazione, stando a quanto ci informano, dovrebbe essere dai mille ai mille e cinquecento miliardi di euro. 

 

In sintesi, utilizzare soldi pubblici della BCE, per gli sviluppi industriali dei diversi Paesi europei. L’unico aspetto, che a quanto sembra, limiti questa operazione, potrebbe essere causata da una probabile lentezza dell’intero protocollo europeo. 

 

Comunque sia, c’è da augurarsi che ciascuno faccia il suo compito tenendo in debita considerazione il destino dell’intero continente, perché, ormai si sa, la caduta di uno trascinerebbe tutti quanti al suolo.

 

 

 

Aprile 22, 2020


Archivio News

2020

2019

2018

2017

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2016

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2015

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2014

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

LA CRISI CONTINUA ! Sperando che qualche onorevole risponda! Il gruppo svedese non può fare ciò che vuole! L'ELECTROLUX NON DEVE CHIUDERE! Terza corsia come nel gioco dell'oca! Subito la riforma per salvare la sanità! Politica industriale regionale inadeguata! E SE LA RIFORMA RENZI-BERLUSCONI NON PASSA AL SENATO? Ferriera a rischio chiusura Franceschini non s'ha da rottamare! Stop alla realizzazione della terza corsia! A ELECTROLUX NON SERVONO STERILI BARUFFE! Regione FVG: iniziate le svendite! Garantire futuro alle Latterie friulane! PER IL CORRIDOIO SEI SOLO INDECISIONE! IL NUOVO CORSO RENZIANO SCEGLIE IL PEGGIO DEL PEGGIO! Regione scarica barile! Quattro proposte per dare risposta alle aspettative degli italiani! UNA RIFORMA PASTICCIATA! Accelerare i tempi per dare continuità industriale alla Ferriera! Economia pordenonese in affanno! Zaia invece che parlare agisca ! Il non fare del Governo Letta! Rivedere il servizio idrico integrato! ZAIA DEMAGOGO SULLE AUTOSTRADE! Cittadella della salute: una presa in giro! LA DOPPIA FACCIA DELLA LEGA! La nuova legge elettorale non riconcilierà gli italiani con la politica! Terza corsia: speriamo non sia un girone dell'inferno Dantesco! Rischio deriva sanitaria! Autovie Venete e terza corsia: "esperta" se ci sei batti un colpo! REGIONE: programma e attività ancora da decifrare! Ha vinto il migliore? Una nuova legge elettorale per tornare subito al voto! BASTA CON NUOVE TASSE! A RISCHIO LO SVILUPPO DEL TERRITORIO! Paga sempre pantalone! Si faccia subito chiarezza!

2013

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

marzo

febbraio

gennaio

2012

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2011

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

cheap mlb jerseys cheap nfl jerseys cheap nfl jerseys wholesale discount tiffany outlet christian louboutin shoes outlet mbt shoes australia christian louboutin wholesale