News
STRANEZZE ECONOMICHE

Sembra strano, ma alla fine bisogna sempre appellarsi allo Stato. La stagione del neoliberismo si trova costretta a ricorrere a uno strumento quasi bandito dalle sue corde ideologiche. Lo Stato sociale che ha garantito da fino ottocento, via via aumentando il suo intervento nella sfera delle singole realtà, il suo intervento per salvaguardare la “salute” economicadei diversi soggetti che compongono un Paese.

 

Le pensioni sono state l’intervento a carattere statale per tutelare le persone anziane; fu Bismarck, fine ottocento, a istituire quella manovra da primo “Stato sociale”. Lo fece solo per impedire ai socialisti di vincere le elezioni nella Germania, da qualche anno costituitasi.

 

C’è stato anche il periodo di uno Stato che ascriveva a se i compiti economici; quelli ad asse principale; non racconto tutta l’evoluzione del secolo scorso per aumentare i diritti dei singoli cittadini in riferimento alla funzione statale. Ricordo solo, perché fa il caso nostro, l’universalizzazione sanitaria. Riforma quest’ultima compiuta a metà degli anni settanta.

 

Oggi, a causa di questa demoniaca infezione, anche i commentatori del Sole 24 Ore - giornale che risponde alla lingua confindustriale - parla di un intervento dello Stato nell’economia delle imprese, persino le piccole. Lancia l’idea di uno Stato che dovrebbe acquisire quote di capitale di rischio per salvaguardare l’esistenza di questo tessuto fondamentale della nostra economia.

 

Si sa che le manovre messe in atto durante il 2020, penso al divieto di licenziamento, penso alla cassa integrazione covid, dovrebbero cessare alla fine di marzo del 2021. Questo, di certo, comporterebbe un’irrefrenabile défaillance nel corpo di migliaia di imprese nazionali. Certo, più le piccole che le grandi. Anzi soprattutto falcidiate, sarebbero le minori. 

 

Quest’idea, che confesso non so come possa essere articolata, ma mi sovviene il modello Friulia spa in Regione Friuli Venezia Giulia - anni ’70 - , che potrebbe essere un virtuoso esempio di procedure andate, nel tempo, nella stragrande maggioranza, a buon fine.

 

Il paradosso è che mentre il mondo sembrava essere volto a dire sempre più: “meno Stato, più mercato”, siamo giunti al caso estremo in cui il mercato dovrebbe piegarsi alla sovranità collettiva, per poter respirare senza tanto affanno.

 

C’è di che meravigliarsi, ma lo stato di eccezionalità fa fare capriole anche al pensiero imperante. 

 

Staremo a vedere.

 

 

 

Dicembre 29,2020

Archivio News

2021

2020

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2019

2018

2017

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2016

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2015

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2014

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

LA CRISI CONTINUA ! Sperando che qualche onorevole risponda! Il gruppo svedese non può fare ciò che vuole! L'ELECTROLUX NON DEVE CHIUDERE! Terza corsia come nel gioco dell'oca! Subito la riforma per salvare la sanità! Politica industriale regionale inadeguata! E SE LA RIFORMA RENZI-BERLUSCONI NON PASSA AL SENATO? Ferriera a rischio chiusura Franceschini non s'ha da rottamare! Stop alla realizzazione della terza corsia! A ELECTROLUX NON SERVONO STERILI BARUFFE! Regione FVG: iniziate le svendite! Garantire futuro alle Latterie friulane! PER IL CORRIDOIO SEI SOLO INDECISIONE! IL NUOVO CORSO RENZIANO SCEGLIE IL PEGGIO DEL PEGGIO! Regione scarica barile! Quattro proposte per dare risposta alle aspettative degli italiani! UNA RIFORMA PASTICCIATA! Accelerare i tempi per dare continuità industriale alla Ferriera! Economia pordenonese in affanno! Zaia invece che parlare agisca ! Il non fare del Governo Letta! Rivedere il servizio idrico integrato! ZAIA DEMAGOGO SULLE AUTOSTRADE! Cittadella della salute: una presa in giro! LA DOPPIA FACCIA DELLA LEGA! La nuova legge elettorale non riconcilierà gli italiani con la politica! Terza corsia: speriamo non sia un girone dell'inferno Dantesco! Rischio deriva sanitaria! Autovie Venete e terza corsia: "esperta" se ci sei batti un colpo! REGIONE: programma e attività ancora da decifrare! Ha vinto il migliore? Una nuova legge elettorale per tornare subito al voto! BASTA CON NUOVE TASSE! A RISCHIO LO SVILUPPO DEL TERRITORIO! Paga sempre pantalone! Si faccia subito chiarezza!

2013

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

marzo

febbraio

gennaio

2012

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2011

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

cheap mlb jerseys cheap nfl jerseys cheap nfl jerseys wholesale discount tiffany outlet christian louboutin shoes outlet mbt shoes australia christian louboutin wholesale