News
SANITÀ: SEGNI PREOCCUPANTI

Abbiamo attraversato l’intera fase primaverile con la consapevolezza di essere distanti dalle zone particolarmente gravate dal malanno del Covid. Questa realtà ce la siamo acquisita e, tale condizione, l’abbiamo cucita nella nostra abituale sensibilità. 

 

La sorpresa più sgradita è esserci trovati improvvisamente tra quelli che se la passano peggio. Già alcuni segni premonitori giungevano a fine anno. Quella consapevolezza della stagione precedente, andava spegnendosi e si faceva largo un’insidiosa e detestabile condizione di malessere. In sostanza, si avvertiva che il Friuli Venezia Giulia, la nostra Regione, stava inesorabilmente scivolando negli ultimi posti della classifica. Da primi, quali potevamo essere a febbraio marzo del 2020, come un fulmine a ciel sereno, ci troviamo rovinosamente precipitati tra coloro che indossano la maglia nera.

 

È di ieri la triste notizia che l’Europa menziona il Friuli Venezia Giulia assieme ad altre tre regioni con il sigillo rosso/bruno. Vale dire, quel rosso tendente all’oscurità che ci piazzerebbe tra quelli che non possono viaggiare in Europa senza pesanti restrizioni.

 

Come mai? 

 

Non intendo certo fare un’indagine analitica di quali possano essere le cause di quanto sta capitando, Ma, solo per fare un esempio, è incomprensibile che da ormai più di un mese abbiamo una mortalità tanto più elevata rispetto alla media italiana. Sono convinto che un lavoro di questa natura comporterebbe un’indagine scientifica, mentre il mio non è che un modesto rilievo politico. Sicuramente ci sono cause che non dipendono dal nostro operato. O meglio, non in senso strettissimo sono collegabili ai nostri singoli operati. Ci sono ragioni certamente a raggio più ampio. Però, per quello che si legge, per quello che si sente, per i commenti degli operatori sanitari, per le diverse osservazioni mosse da chi opera sul campo, non c’è alcun dubbio che una delle cause principali sia anche addebitabile all’organizzazione del sistema sanitario della nostra Regione. Chi di dovere non si è certamente distinto per abilità, per capacità organizzative, per lungimiranza politica.

 

Tutto ciò, senza che mai sia trapelata una benché minima autocritica da parte di chi, in prima istanza, si occupa direttamente di queste vicende politiche. Non vogliamo prendere esempio dalla Lombardia, forse perché i lombardi sono più severi rispetto a noi friulan-giuliani-veneti, ma, dovesse perpetrarsi una condizione così severa, con responsabilità precise, dovremmo prendere le mosse compiute a Milano.

 

La salute è un perno su cui ruota tutto. Preservare la salute non è solo il compito più alto che si sia affidato per respingere ciò che si oppone alla vita, ma è anche il fulcro che consente di riempire il mondo di ogni altra cosa: felicità, grazia esistenziale, sicurezza, economia, cultura e quanto potete ulteriormente immaginare.

 

Scongiuriamo ogni deriva negativa. Ognuno di noi saprà comportarsi al riguardo per attuare quell’auspicio. Resta comunque che, dovesse mantenersi un andamento pericoloso, qualcuno dovrà necessariamente prendere delle serie decisioni circa il luogo di comando della gestione politica della sanità della nostra Regione.

 

 

 

Gennaio 26/2021

Archivio News

2021

2020

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2019

2018

2017

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2016

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2015

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2014

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

LA CRISI CONTINUA ! Sperando che qualche onorevole risponda! Il gruppo svedese non può fare ciò che vuole! L'ELECTROLUX NON DEVE CHIUDERE! Terza corsia come nel gioco dell'oca! Subito la riforma per salvare la sanità! Politica industriale regionale inadeguata! E SE LA RIFORMA RENZI-BERLUSCONI NON PASSA AL SENATO? Ferriera a rischio chiusura Franceschini non s'ha da rottamare! Stop alla realizzazione della terza corsia! A ELECTROLUX NON SERVONO STERILI BARUFFE! Regione FVG: iniziate le svendite! Garantire futuro alle Latterie friulane! PER IL CORRIDOIO SEI SOLO INDECISIONE! IL NUOVO CORSO RENZIANO SCEGLIE IL PEGGIO DEL PEGGIO! Regione scarica barile! Quattro proposte per dare risposta alle aspettative degli italiani! UNA RIFORMA PASTICCIATA! Accelerare i tempi per dare continuità industriale alla Ferriera! Economia pordenonese in affanno! Zaia invece che parlare agisca ! Il non fare del Governo Letta! Rivedere il servizio idrico integrato! ZAIA DEMAGOGO SULLE AUTOSTRADE! Cittadella della salute: una presa in giro! LA DOPPIA FACCIA DELLA LEGA! La nuova legge elettorale non riconcilierà gli italiani con la politica! Terza corsia: speriamo non sia un girone dell'inferno Dantesco! Rischio deriva sanitaria! Autovie Venete e terza corsia: "esperta" se ci sei batti un colpo! REGIONE: programma e attività ancora da decifrare! Ha vinto il migliore? Una nuova legge elettorale per tornare subito al voto! BASTA CON NUOVE TASSE! A RISCHIO LO SVILUPPO DEL TERRITORIO! Paga sempre pantalone! Si faccia subito chiarezza!

2013

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

marzo

febbraio

gennaio

2012

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2011

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

cheap mlb jerseys cheap nfl jerseys cheap nfl jerseys wholesale discount tiffany outlet christian louboutin shoes outlet mbt shoes australia christian louboutin wholesale