News
Le riforme di Tondo in un tunnel senza uscita!

La Giunta regionale non ha approvato il disegno di legge sul riordino degli Enti e delle Agenzie, e per l’ennesima volta lo ha rinviato alla prossima seduta.
E quindi Tondo continua con i suoi annunci vuoti nell’attesa infinta di ricercare una possibile soluzione, sia politica che giuridica, stante che, allo stato, le proposte che aveva annunciato in occasione delle sue dichiarazioni programmatiche dello scorso settembre non stanno in piedi.
Non c’è alcun passo significativo in avanti, ma solo un tergiversare impacciato che non prefigura alcuna buona riforma per il futuro.
Infatti, oggi in Giunta regionale il Presidente Tondo ha perso la faccia almeno in parte rispetto le sue intenzioni di unificare le Camere di Commercio ed i Confidi, avendo scoperto di non avere alcuna competenza in materia, e ha dovuto quindi frettolosamente riparare con una formula di sconosciuta incentivazione che porti in un futuro molto remoto ad una improbabile unificazione.
Senza contare poi che il disegno di legge presentato dalla giunta come organico è stato, strada facendo, scarnificato qua e là con lo stralcio di alcuni provvedimenti come ad esempio l’Autorità di Bacino, che dopo quasi due anni di commissariamento è ancora ferma la palo perché della sua riforma non si vede alcunché, nemmeno con un potente binocolo.
Sull’unificazione delle ATER, dopo che Tondo ha ripetutamente promesso la loro riforma, non riuscendo nell’impresa, ha deciso di utilizzare la vecchia, stantia, impropria e superata arma del commissariamento.
Quindi alla vera e propria riforma, Tondo privilegia lo spot che farà la fine di quelli precedenti, e cioè che durerà anni senza produrre innovazioni di sorta.
Ma tanto a lui non importa proprio un bel nulla, perché tutto sarà superato dalla prossima ed imminente elezione regionale!
L’ascia di Tondo non si limita a tagliare indistintamente qualsiasi cosa trovi sul suo cammino, infatti arriva persino a metter mano agli attuali ERDISU, pur essendo questi considerati Enti egregiamente funzionanti, sia dalle Università che dagli studenti, proponendo al loro posto lo strumento della Fondazione che, come noto, non potrà adempiere allo scopo.
Tutto il resto, infine, soppressione dell’Agenzia regionale del Lavoro, dimezzamento dei Consiglieri di amministrazione dell’EZIT e l’istituzione dell’Amministratore unico di Villa Manin sono solo palliativi che non hanno dignità di riforma perché, da un lato sono un obbligo previsto dal decreto Monti, e dall’altro un’insignificante traslazione di struttura operativa dentro lo stesso contenitore senza che ci siano veri e propri risparmi.
L’unico risultato politico dell’azione di Tondo è l’essersi infilato in un tunnel senza uscita che comporterà un ulteriore arretramento della Regione negli inevitabili processi di riformismo per adeguarsi alla società che a gran voce chiede di rimanere al passo con i tempi.

Trieste, 29 marzo 2012

Archivio News

2019

2018

2017

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2016

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2015

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2014

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

LA CRISI CONTINUA ! Sperando che qualche onorevole risponda! Il gruppo svedese non può fare ciò che vuole! L'ELECTROLUX NON DEVE CHIUDERE! Terza corsia come nel gioco dell'oca! Subito la riforma per salvare la sanità! Politica industriale regionale inadeguata! E SE LA RIFORMA RENZI-BERLUSCONI NON PASSA AL SENATO? Ferriera a rischio chiusura Franceschini non s'ha da rottamare! Stop alla realizzazione della terza corsia! A ELECTROLUX NON SERVONO STERILI BARUFFE! Regione FVG: iniziate le svendite! Garantire futuro alle Latterie friulane! PER IL CORRIDOIO SEI SOLO INDECISIONE! IL NUOVO CORSO RENZIANO SCEGLIE IL PEGGIO DEL PEGGIO! Regione scarica barile! Quattro proposte per dare risposta alle aspettative degli italiani! UNA RIFORMA PASTICCIATA! Accelerare i tempi per dare continuità industriale alla Ferriera! Economia pordenonese in affanno! Zaia invece che parlare agisca ! Il non fare del Governo Letta! Rivedere il servizio idrico integrato! ZAIA DEMAGOGO SULLE AUTOSTRADE! Cittadella della salute: una presa in giro! LA DOPPIA FACCIA DELLA LEGA! La nuova legge elettorale non riconcilierà gli italiani con la politica! Terza corsia: speriamo non sia un girone dell'inferno Dantesco! Rischio deriva sanitaria! Autovie Venete e terza corsia: "esperta" se ci sei batti un colpo! REGIONE: programma e attività ancora da decifrare! Ha vinto il migliore? Una nuova legge elettorale per tornare subito al voto! BASTA CON NUOVE TASSE! A RISCHIO LO SVILUPPO DEL TERRITORIO! Paga sempre pantalone! Si faccia subito chiarezza!

2013

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

marzo

febbraio

gennaio

2012

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2011

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

cheap mlb jerseys cheap nfl jerseys cheap nfl jerseys wholesale discount tiffany outlet christian louboutin shoes outlet mbt shoes australia christian louboutin wholesale