News
Primarie Pd, fonte di conflitti!

Le primarie del Pd stanno per concludersi con la quasi certa vittoria del candidato più gettonato, Matteo Renzi. 

La campagna elettorale si è contraddistinta per essere stata un calvario per i tesseramenti gonfiati che hanno svergognato un partito che delle regole ne aveva fatto la sua bandiera.
Anche il dibattito congressuale non é stato molto edificante. Infatti gli antagonisti in lizza hanno più pensato a contrastarsi a colpi di slogans che a delineare un progetto concreto per l'Italia. 
Hanno genericamente parlato di “questo Paese” come fosse una cosa estranea ai candidati stessi, anziché parlare del “nostro Paese” facendo diversamente sentire concreta, in questo modo, la volontà di ricercare soluzioni reali per i cittadini. 

Ma ora che l'otto dicembre data in cui gli elettori sanciranno un vincitore, si avvicina tutti i nodi verranno al pettine. 
Renzi, il probabile nuovo Segretario del Pd, deposte le armi delle parole effimere intrise da slogans elettorali, dovrà rimboccarsi le maniche, sfoderare il progetto per l'Italia e dimostrare di saper essere innanzitutto il Segretario di tutti ma, ancor di più, dimostrare la concretezza che finora non é stato capace di proporre. 

Non sarà esaustivo promettere di attuare riforme generiche o scontate come la nuova legge elettorale o il dimezzamento del numero dei parlamentari con la cancellazione dell'attuale bicameralismo. 

Dovrà avere forza e determinazione nel salvaguardare l'attuale Governo Letta senza farsi prendere dalla smania di sostituirlo con azioni improntate alla frettolosità per diventare il nuovo Presidente del Consiglio dei Ministri. 

Se così non fosse è chiaro che si aprirebbe una stagione di ulteriore difficoltà istituzionale che acuirebbe la gravissima situazione economica con l'ineludibile aumento della inoccupazione e disoccupazione già attestata a livelli inaccettabili.
Primarie del Pd che sinora non promettono nulla di positivo se non la chiamata alle urne di tutto il popolo democratico e di altri cittadini che sottoscritto il documento dei valori del Pd, potranno portare anche il loro contributo per la scelta del suo segretario. 

Stante l'elevato livello di conflittualità esistente nel partito della sinistra italiana non è dato sapere quanto riuscirà ancora a stare unito perché le sirene della scissione si fanno sentire significativamente proprio in virtù di una diversa visione della società fra le diverse fazioni presenti nel Pd. 

Neanche in Fvg il Pd si distingue dal scialbo dibattito presente nel resto del Paese. 

Non c'é molto da segnalare sia sul fronte politico che delle problematiche della Regione. Infatti, la Presidente della Regione non si sente e non si vede in quanto impegnata ovunque a fare campagna elettorale in altre regioni per Renzi. 
Oltrettutto, non pare corretto che la Presidente si candidi capolista per le primarie a sostegno di Renzi, venendo meno a un ruolo istituzionale “super partes”.



Addì, 01 dicembre 2013

 

Archivio News

2019

2018

2017

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2016

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2015

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2014

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

LA CRISI CONTINUA ! Sperando che qualche onorevole risponda! Il gruppo svedese non può fare ciò che vuole! L'ELECTROLUX NON DEVE CHIUDERE! Terza corsia come nel gioco dell'oca! Subito la riforma per salvare la sanità! Politica industriale regionale inadeguata! E SE LA RIFORMA RENZI-BERLUSCONI NON PASSA AL SENATO? Ferriera a rischio chiusura Franceschini non s'ha da rottamare! Stop alla realizzazione della terza corsia! A ELECTROLUX NON SERVONO STERILI BARUFFE! Regione FVG: iniziate le svendite! Garantire futuro alle Latterie friulane! PER IL CORRIDOIO SEI SOLO INDECISIONE! IL NUOVO CORSO RENZIANO SCEGLIE IL PEGGIO DEL PEGGIO! Regione scarica barile! Quattro proposte per dare risposta alle aspettative degli italiani! UNA RIFORMA PASTICCIATA! Accelerare i tempi per dare continuità industriale alla Ferriera! Economia pordenonese in affanno! Zaia invece che parlare agisca ! Il non fare del Governo Letta! Rivedere il servizio idrico integrato! ZAIA DEMAGOGO SULLE AUTOSTRADE! Cittadella della salute: una presa in giro! LA DOPPIA FACCIA DELLA LEGA! La nuova legge elettorale non riconcilierà gli italiani con la politica! Terza corsia: speriamo non sia un girone dell'inferno Dantesco! Rischio deriva sanitaria! Autovie Venete e terza corsia: "esperta" se ci sei batti un colpo! REGIONE: programma e attività ancora da decifrare! Ha vinto il migliore? Una nuova legge elettorale per tornare subito al voto! BASTA CON NUOVE TASSE! A RISCHIO LO SVILUPPO DEL TERRITORIO! Paga sempre pantalone! Si faccia subito chiarezza!

2013

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

marzo

febbraio

gennaio

2012

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2011

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

cheap mlb jerseys cheap nfl jerseys cheap nfl jerseys wholesale discount tiffany outlet christian louboutin shoes outlet mbt shoes australia christian louboutin wholesale