News
A RISCHIO LO SVILUPPO DEL TERRITORIO!

Quella della terza corsia è una questione che si sta complicando a vista d'occhio e che pone seri dubbi sulla possibilità di un suo completamento.
Una vicenda che fa ricordare esempi negativi come la Salerno-Reggio Calabria ma, senza scomodare il sud, anche i trent'anni occorsi per la costruzione dell'A28.
Insomma ci si trova di fronte a un guazzabuglio così complicato da cui non sarà facile uscirne!
Di errori nell'impostazione del progetto per la terza corsia ne sono stati fatti tanti.
Basti ricordare le gravi responsabilità del precedente governo Tondo che volle, con testardaggine inusitata, portare avanti l'imponente infrastruttura viaria solo con le risorse regionali date dagli introiti dei pedaggi autostradali.
Un'idea, quella di Tondo, malsana da un lato e presuntuosa dall'altro perché causava un fortissimo indebitamento della Regione e rinunciava a chiedere al governo romano un sostanzioso contributo finanziario per realizzare una strada la cui proprietà, com'è noto, é dello Stato.
Quindi, tutto il problema nasce da quella insana e inopportuna decisione che, come si è visto, ha portato alla pesantissima situazione odierna.
Ma ora, dopo la decisione del Governo Letta di ridurre l'aumento del pedaggio previsto dal piano finanziario di Autovie ma anche di tante altre concessionarie autostradali sparse nel nord Italia, si pone un'ulteriore questione.
Qual é la vera intenzione del Governo nazionale sul versante delle grandi opere viarie. Due sono le ipotesi.
La prima che la voluta riduzione dei pedaggi che comporta l'alterazione dei piani finanziari rendendo impossibile la realizzazione delle opere autostradali così come previste, potrebbe essere superata con finanziamenti significativi da parte dello Stato che così facendo, supplisce alle minori entrate delle Concessionarie autostradali.
La seconda che si vuole porre uno stop al proseguimento dei lavori con le conseguenze che facilmente si possono immaginare tra le quali un danno reale all'economia e alla occupazione.
E qui, in FVG sembra proprio che il Governo regionale voglia orientare la sua azione alla riduzione del piano finanziario per la terza corsia con la conseguenza di una forte contrazione delle risorse necessarie a proseguire la costruzione dell'opera.
Se così fosse si verrebbe pure a configurare una evidente alterazione alla fluidità dell'A4 che si ridurrebbe a un collo di bottiglia che creerebbe non poche difficoltà al regolare scorrimento del traffico autostradale.
Siamo di fronte a un problema che non può essere sottaciuto, né può prendere in considerazione quelle forze politiche che, peggio ancora, non vogliono nemmeno sentir parlare della terza corsia.
A tal proposito speriamo che non ci sia un accordo politico sottostante da parte del Governo regionale con quelle forze politiche perché, se così fosse, l'arretramento economico del nostro territorio sarebbe segnato!

 

 

Addì, 03 gennaio 2014   

Archivio News

2019

2018

2017

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2016

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2015

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2014

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

LA CRISI CONTINUA ! Sperando che qualche onorevole risponda! Il gruppo svedese non può fare ciò che vuole! L'ELECTROLUX NON DEVE CHIUDERE! Terza corsia come nel gioco dell'oca! Subito la riforma per salvare la sanità! Politica industriale regionale inadeguata! E SE LA RIFORMA RENZI-BERLUSCONI NON PASSA AL SENATO? Ferriera a rischio chiusura Franceschini non s'ha da rottamare! Stop alla realizzazione della terza corsia! A ELECTROLUX NON SERVONO STERILI BARUFFE! Regione FVG: iniziate le svendite! Garantire futuro alle Latterie friulane! PER IL CORRIDOIO SEI SOLO INDECISIONE! IL NUOVO CORSO RENZIANO SCEGLIE IL PEGGIO DEL PEGGIO! Regione scarica barile! Quattro proposte per dare risposta alle aspettative degli italiani! UNA RIFORMA PASTICCIATA! Accelerare i tempi per dare continuità industriale alla Ferriera! Economia pordenonese in affanno! Zaia invece che parlare agisca ! Il non fare del Governo Letta! Rivedere il servizio idrico integrato! ZAIA DEMAGOGO SULLE AUTOSTRADE! Cittadella della salute: una presa in giro! LA DOPPIA FACCIA DELLA LEGA! La nuova legge elettorale non riconcilierà gli italiani con la politica! Terza corsia: speriamo non sia un girone dell'inferno Dantesco! Rischio deriva sanitaria! Autovie Venete e terza corsia: "esperta" se ci sei batti un colpo! REGIONE: programma e attività ancora da decifrare! Ha vinto il migliore? Una nuova legge elettorale per tornare subito al voto! BASTA CON NUOVE TASSE! A RISCHIO LO SVILUPPO DEL TERRITORIO! Paga sempre pantalone! Si faccia subito chiarezza!

2013

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

marzo

febbraio

gennaio

2012

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2011

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

cheap mlb jerseys cheap nfl jerseys cheap nfl jerseys wholesale discount tiffany outlet christian louboutin shoes outlet mbt shoes australia christian louboutin wholesale