News
BASTA CON NUOVE TASSE!

Gli aumenti dei pedaggi autostradali necessari a dare copertura ai costi per l'ammodernamento e la realizzazione delle grandi infrastrutture viarie, pongono un interrogativo a cui la politica deve dare una risposta compatibile con le mutate condizioni socio economiche.
Un problema che si estende anche ai sistemi di reperimento di denaro per la costruzione di altre strutture pubbliche come, ad esempio, gli ospedali. Infatti l'utilizzo dei progetti di finanza hanno contribuito non poco a far lievitare i costi con ricadute negative per l'ente pubblico ma anche per i cittadini.
Oramai è evidente che il livello di sopportazione da parte degli utenti fruitori delle strutture sia viarie che ospedaliere ha raggiunto un limite insopportabile per l'insostenibilità delle risorse richieste. Il rischio di ribellione potrebbe portare alla rivolta con il blocco dei caselli autostradali ma non solo.
E' evidente che le istituzioni con la politica non possono prescindere dal prendere atto che il progetto di finanziare certe opere pubbliche toccando le tasche dei cittadini già provati dai tanti balzelli piccoli e grandi imposti dallo Stato, non può più trovare accondiscendenza. In questi giorni il Governo Letta ha posto un freno agli aumenti dei pedaggi consapevole che diversamente una parte consistente della utenza automobilistica potrebbe optare scegliendo la viabilità ordinaria, in questo modo causando forti perdite alle società concessionarie delle autostrade.
Ma anche per gli stabilimenti ospedalieri non è più giustificabile la cessione a privati della gestione dei servizi extra sanitari e parte di quelli sanitari per far tornare i conti di ammortamento del progetto di finanza.
Senza contare poi i costi aggiuntivi che il sistema sanitario deve pagare come il canone pluriennale aggiuntivo all'impresa che ha realizzato l'opera.
Di fronte a tutte queste problematiche il governo regionale ma anche quello nazionale dovranno prendere atto della nuova strategia di tagli inaugurata dal Governo Serracchiani e porre condizioni chiare all'organo politico affinché definisca un chiaro piano di intervento strategico.
Anche se con grande ritardo il Governo regionale non può rimanere sordo ai richiami dell'opposizione avendo anch'essa posto la questione. Un vecchio detto diceva che "chi si ferma é perduto" e noi crediamo che bisogna agire nel senso voluto.
Quindi non bisogna più applicare pedaggi elevati ai cittadini per pagare l'opera ma chiedere con autorevolezza che le risorse siano messe dallo Stato che è il vero proprietario dell'A23 Udine-Tarvisio e l'A4 nel tratto compreso tra Venezia-Trieste.

 

 

Addì, 04 gennaio 2014

Archivio News

2019

2018

2017

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2016

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2015

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2014

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

LA CRISI CONTINUA ! Sperando che qualche onorevole risponda! Il gruppo svedese non può fare ciò che vuole! L'ELECTROLUX NON DEVE CHIUDERE! Terza corsia come nel gioco dell'oca! Subito la riforma per salvare la sanità! Politica industriale regionale inadeguata! E SE LA RIFORMA RENZI-BERLUSCONI NON PASSA AL SENATO? Ferriera a rischio chiusura Franceschini non s'ha da rottamare! Stop alla realizzazione della terza corsia! A ELECTROLUX NON SERVONO STERILI BARUFFE! Regione FVG: iniziate le svendite! Garantire futuro alle Latterie friulane! PER IL CORRIDOIO SEI SOLO INDECISIONE! IL NUOVO CORSO RENZIANO SCEGLIE IL PEGGIO DEL PEGGIO! Regione scarica barile! Quattro proposte per dare risposta alle aspettative degli italiani! UNA RIFORMA PASTICCIATA! Accelerare i tempi per dare continuità industriale alla Ferriera! Economia pordenonese in affanno! Zaia invece che parlare agisca ! Il non fare del Governo Letta! Rivedere il servizio idrico integrato! ZAIA DEMAGOGO SULLE AUTOSTRADE! Cittadella della salute: una presa in giro! LA DOPPIA FACCIA DELLA LEGA! La nuova legge elettorale non riconcilierà gli italiani con la politica! Terza corsia: speriamo non sia un girone dell'inferno Dantesco! Rischio deriva sanitaria! Autovie Venete e terza corsia: "esperta" se ci sei batti un colpo! REGIONE: programma e attività ancora da decifrare! Ha vinto il migliore? Una nuova legge elettorale per tornare subito al voto! BASTA CON NUOVE TASSE! A RISCHIO LO SVILUPPO DEL TERRITORIO! Paga sempre pantalone! Si faccia subito chiarezza!

2013

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

marzo

febbraio

gennaio

2012

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2011

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

cheap mlb jerseys cheap nfl jerseys cheap nfl jerseys wholesale discount tiffany outlet christian louboutin shoes outlet mbt shoes australia christian louboutin wholesale