News
REGIONE: programma e attività ancora da decifrare!

Il nuovo corso della Regione, inaugurato con l'avvento del Governo di centro sinistra che per un soffio ha battuto il centro destra di Tondo, ha subito caratterizzato la sua azione con un rimescolamento delle deleghe di Giunta, unico nella storia.
Un enorme comparto che raggruppa tutte le attività produttive, affidato a un unico assessore, che diventa una sorta di pachiderma dai lenti e goffi movimenti. Il risultato e' stato una macchina amministrativa che s'impalla, incapace di essere snella, veloce ed efficace come vorrebbero tutti gli imprenditori.
L'altra innovazione riguarda il Presidente della Regione che si carica sulle spalle una serie di competenze importanti e altrettanto impegnative: rapporti internazionali, infrastrutture, montagna e pure tutta la gestione commissariale per la realizzazione della terza corsia.
Non c'è che dire sul coraggio ma anche la temerarietà nel voler assumersi tutte insieme tante responsabilità. E, come non bastasse, il Presidente accetta l'incarico nazionale, richiesto dal partito di sua appartenenza, di responsabile delle politiche per le infrastrutture di tutto il nord Italia.
Un riconoscimento importante, senza ombra di dubbio, che potrà essere di grande interesse anche per la nostra Regione perché , come è noto, avere agganci nazionali fa sembra bene.
Ora non rimane atro che guardare al prossimo futuro con fiducia nell'attesa che i molti problemi aperti per la nostra regione possano trovare l'auspicata soluzione per rilanciare la sua autonomia ma anche porre le condizioni per un nuovo sviluppo economico.
E di problemi da risolvere ce ne sono davvero tanti. Dalla terza corsia che richiede l'indispensabile contributo nazionale se non si vuole far affogare nei debiti la Regione, alla richiesta di nuove competenze allo Stato sempre nella politica di decentramento promessa dal centro sinistra.
Senza però dimenticare di risolvere il danno procurato dal precedente governo Tondo recuperando i 370 milioni di euro annui da versare a Roma per il federalismo fiscale nazionale, mai nato, senza i quali la Regione é destinata a chiudere i battenti, dichiarando il default.
Questi sono i problemi aperti sul fronte romano a cui si aggiungono tutte le politiche di riforma che la Presidenza regionale dovrà fare a partire dagli enti locali, sanità, sociale, partecipate, semplificazione e sburocratizzazione. Importantissime riforme che non possono attendere ancora, pena il mancato ammodernamento della Regione.
Sono trascorsi nove mesi dall'inizio della legislatura e non si sono, allo stato attuale, viste innovazioni di alcun genere.
Però abbiamo registrato che la rappresentanza politica apicale della Regione ha acquisito nuovi e importanti incarichi di rilevanza nazionale.
Anche se a oggi non hanno prodotto risultato confidiamo che il domani possa essere foriero di positività.
Ma tutto ciò è sulle spalle del Presidente della Regione. Speriamo che non sia schiacciato dall'enorme peso che deve sopportare sulle spalle perché, altrimenti, la cittadinanza regionale resterebbe profondamente delusa.
Facendo gli scongiuri non ci rimane altro da fare che aspettare!

 

 

Addì, 07 gennaio 2014


 

Archivio News

2019

2018

2017

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2016

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2015

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2014

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

LA CRISI CONTINUA ! Sperando che qualche onorevole risponda! Il gruppo svedese non può fare ciò che vuole! L'ELECTROLUX NON DEVE CHIUDERE! Terza corsia come nel gioco dell'oca! Subito la riforma per salvare la sanità! Politica industriale regionale inadeguata! E SE LA RIFORMA RENZI-BERLUSCONI NON PASSA AL SENATO? Ferriera a rischio chiusura Franceschini non s'ha da rottamare! Stop alla realizzazione della terza corsia! A ELECTROLUX NON SERVONO STERILI BARUFFE! Regione FVG: iniziate le svendite! Garantire futuro alle Latterie friulane! PER IL CORRIDOIO SEI SOLO INDECISIONE! IL NUOVO CORSO RENZIANO SCEGLIE IL PEGGIO DEL PEGGIO! Regione scarica barile! Quattro proposte per dare risposta alle aspettative degli italiani! UNA RIFORMA PASTICCIATA! Accelerare i tempi per dare continuità industriale alla Ferriera! Economia pordenonese in affanno! Zaia invece che parlare agisca ! Il non fare del Governo Letta! Rivedere il servizio idrico integrato! ZAIA DEMAGOGO SULLE AUTOSTRADE! Cittadella della salute: una presa in giro! LA DOPPIA FACCIA DELLA LEGA! La nuova legge elettorale non riconcilierà gli italiani con la politica! Terza corsia: speriamo non sia un girone dell'inferno Dantesco! Rischio deriva sanitaria! Autovie Venete e terza corsia: "esperta" se ci sei batti un colpo! REGIONE: programma e attività ancora da decifrare! Ha vinto il migliore? Una nuova legge elettorale per tornare subito al voto! BASTA CON NUOVE TASSE! A RISCHIO LO SVILUPPO DEL TERRITORIO! Paga sempre pantalone! Si faccia subito chiarezza!

2013

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

marzo

febbraio

gennaio

2012

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2011

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

cheap mlb jerseys cheap nfl jerseys cheap nfl jerseys wholesale discount tiffany outlet christian louboutin shoes outlet mbt shoes australia christian louboutin wholesale