News
Autovie Venete e terza corsia: "esperta" se ci sei batti un colpo!

Nonostante altalenanti dichiarazioni sulla realizzazione della terza corsia sembrerebbe che le idee abbiano finalmente trovato una univoca posizione: l'opera sarà fatta per intero! 
Una notizia senz'altro positiva che pone fine alle ridda di considerazioni attorno a una vicenda i cui contorni non sono sempre stati chiarissimi come d'altra parte non lo sono stati neanche gli aspetti di natura finanziaria. 
Oggi sappiamo dalla Presidente della Regione FVG, commissario straordinario, che la terza corsia sarà realtà nei tempi che conosceremo non appena verrà rielaborato il nuovo piano finanziario. Speriamo che i tempi siano davvero mantenuti e che non siano rispettati come si è verificato invece con il crono programma del Governo Tondo. 
Al di la di questa premessa legata più che altro a dichiarazioni d'intenti, bisogna pensare alla sostanza delle cose. 
Le domande che a questo punto sorgono spontanee e alle quali l'attivissima Presidente della Regione nonché esperta di infrastrutture, deve necessariamente dare delle risposte, possibilmente concrete. 
La prima: come riuscirà Autovie Venete a far stare in equilibrio il proprio piano finanziario che è in fase di revisione considerato che la terza corsia, come lei sostiene, dovrebbe essere fatta tutta, e nello stesso tempo le previste entrate derivanti dai pedaggi sono destinate inevitabilmente a calare sia per il recente mancato adeguamento previsto e sia anche per un evidente calo del traffico? 
La seconda: e' davvero convinta la Presidente della Regione che bastino gli interventi estemporanei dello Stato come i trenta più i cento previsti in due anni dalla legge di stabilità al di la che possano aggiungersi altri trenta dal fondi residui? 
La terza: come fa la Presidente della Regione a scaricare tutto su Autovie Venete la responsabilità di andarsi a cercare come lei sostiene, altre fonti di finanziamento considerato che fino a oggi, la concessionaria autostradale e FRIULIA non sono riuscite nemmeno a definire la trattativa con le banche avviata da un paio di anni in un contesto che era indubbiamente diverso a quello attuale che è senza dubbio più critico sotto l'aspetto economico? 
La quarta: come farà Autovie Venete a restituire alla Cassa Depositi e Prestiti i 150 milioni avuti (con scadenza del prestito a diciotto mesi) se non chiuderà il finanziamento complessivo, sempre ammesso che la cifra basti anche se pare non sia così, a garantire come dovrebbe la copertura dei cantieri attualmente aperti? 
La quinta: se è vero che il possibile prolungamento della concessione potrebbe essere una soluzione per garantire un ammortamento del piano finanziario più lungo, su quali basi l'ex europarlamentare ritiene si possa derogare rispetto a quanto prevedono attualmente le normative di Bruxelles considerato che lo stesso Presidente di Autovie Venete, Terpin Emilio ha recentemente dichiarato che la concessione una volta scaduta andrà sicuramente a gara europea? 
E ancora: quali sono le strategie che ha in testa oggi la lucidissima Presidente della Regione rispetto alla salvaguardia della società e dei suoi oltre seicento dipendenti che sono oltremodo preoccupati dopo le ultime dichiarazioni dell'ad di Autovie Castagna che a proposito della concessione ha parlato "scippi da parte di grandi gruppi"? 
La solerte Presidente della Regione pensa di fare tutto da sola, com'è abituata a fare, oppure non ritiene che si debba far fare fronte comune anche con la Regione Veneto che ha interessi altrettanto uguali di mantenere nell'ambito del territorio la concessione oggi in capo ad Autovie Venete? 
Questo anche per evitare che lo stesso Veneto non vada avanti in in percorso diverso tale da coinvolgere altro soggetti concessionari quali la Brescia-Padova o la CAV, di cui è bene ricordare fa parte al 50% anche l'Anas che si è già detta fortemente interessata alla concessione di Autovie? 
Passato quindi il clima determinato dalle festività natalizie e sperando che la Presidente regionale tra una incursione a Roma piuttosto che a Firenze o negli studi televisivi dove pare trovarsi a suo agio, ci attendiamo che si entri finalmente nel vivo dei problemi aperti perché non vorremmo che alla fine ci fosse tanto fumo e poco arrosto. 
Il che sarebbe un guaio non tanti e non solo per la presidente regionale che pare avviata a destini ben più gratificanti extra regionale, quanto è soprattutto per l'interesse della nostra Regione, dei suoi operatori e più in generale di suoi cittadini.

 

 

Addì, 07 gennaio 2014

 

Archivio News

2019

2018

2017

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2016

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2015

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2014

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

LA CRISI CONTINUA ! Sperando che qualche onorevole risponda! Il gruppo svedese non può fare ciò che vuole! L'ELECTROLUX NON DEVE CHIUDERE! Terza corsia come nel gioco dell'oca! Subito la riforma per salvare la sanità! Politica industriale regionale inadeguata! E SE LA RIFORMA RENZI-BERLUSCONI NON PASSA AL SENATO? Ferriera a rischio chiusura Franceschini non s'ha da rottamare! Stop alla realizzazione della terza corsia! A ELECTROLUX NON SERVONO STERILI BARUFFE! Regione FVG: iniziate le svendite! Garantire futuro alle Latterie friulane! PER IL CORRIDOIO SEI SOLO INDECISIONE! IL NUOVO CORSO RENZIANO SCEGLIE IL PEGGIO DEL PEGGIO! Regione scarica barile! Quattro proposte per dare risposta alle aspettative degli italiani! UNA RIFORMA PASTICCIATA! Accelerare i tempi per dare continuità industriale alla Ferriera! Economia pordenonese in affanno! Zaia invece che parlare agisca ! Il non fare del Governo Letta! Rivedere il servizio idrico integrato! ZAIA DEMAGOGO SULLE AUTOSTRADE! Cittadella della salute: una presa in giro! LA DOPPIA FACCIA DELLA LEGA! La nuova legge elettorale non riconcilierà gli italiani con la politica! Terza corsia: speriamo non sia un girone dell'inferno Dantesco! Rischio deriva sanitaria! Autovie Venete e terza corsia: "esperta" se ci sei batti un colpo! REGIONE: programma e attività ancora da decifrare! Ha vinto il migliore? Una nuova legge elettorale per tornare subito al voto! BASTA CON NUOVE TASSE! A RISCHIO LO SVILUPPO DEL TERRITORIO! Paga sempre pantalone! Si faccia subito chiarezza!

2013

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

marzo

febbraio

gennaio

2012

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2011

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

cheap mlb jerseys cheap nfl jerseys cheap nfl jerseys wholesale discount tiffany outlet christian louboutin shoes outlet mbt shoes australia christian louboutin wholesale