News
L'ELECTROLUX NON DEVE CHIUDERE!

È fondamentale che in questo momento drammatico per noi che assistiamo, ma tragico per chi lavora nella fabbrica dell'Electrolux, ci siano politica e Istituzioni unite pronte a reagire per scongiurare la chiusura di una delle più importante attività produttive della Regione. 
Diversamente, la perdita dell'azienda di elettrodomestici che da' occupazione a migliaia di lavoratori, indotto compreso, significherebbe dare un colpo micidiale al Pordenonese che ritornerebbe ai livelli di povertà degli anni sessanta. Una situazione molto pesante che coinvolgerebbe anche la Regione che, basando le proprie entrate sulle compartecipazioni delle varie tasse (Irpef, IVA, etc.), piomberebbe in un rischio default pericolosissimo. 
E ciò comporterebbe l'impossibilità della Regione nel dare risposte ai cittadini per il welfare, sanità, lavoro e molto altro ancora con il risultato della distruzione della rete di protezione sociale che in tanti anni era stata messa in piedi. 
Ma ritornando all'Electrolux bisogna agire con chiarezza e determinazione per scongiurare la sua chiusura con iniziative che siano efficaci e che, specialmente, lascino da parte tutte i giochetti degli scarica barile. 
Poiché rimbalzare responsabilità da una parte all'altra delle istituzioni é noto che non risolve i problemi, si tratta di mettere insieme attorno al tavolo nazionale coloro che possono decidere la sorte dei lavoratori. 
L'impegno assunto da varie rappresentanze tra queste la Confindustria di Pordenone ma anche di altre istituzioni non ha dato i risultati sperati. 
Di fronte alla proposta di ridurre gli stipendi dei lavoratori con un taglio pesantissimo per mantenere aperta la fabbrica, la controparte aziendale non ha inteso ragioni per rivedere la sua posizione. 
Un fatto che denota una scelta aziendale che si disinteressa delle pesanti ricadute sociali di un territorio che nel tempo ha dato moltissimo all'Electrolux. 
Ma anche Regione e Governo nazionale non hanno finora dato dimostrazione di quanto potrebbero fare nel tentativo di salvare l'azienda. 
È chiaro che i cento milioni di euro messi in campo dalla Regione hanno poco o quasi nulla a che fare con la possibilità di sostenere l'Electrolux perché sono interventi finalizzati alle piccole e medie aziende e poco per le grandi se non per l'innovazione tecnologica di cui Electrolux sembrerebbe non essere interessata. 
Dall'altra parte, il Governo nazionale non si è distinto nel proporre suluzioni concrete, limitandosi a contatti non ben definiti. Ed è qui che la politica dovrebbe dare un colpo d'ala proponendo un piano di aiuti attraverso una defiscalizzazione sperimentale per il settore dell'elettrodomestico. 
Ciò diminuirebbe il costo del lavoro (incidendo sulla eccessiva tassazione) senza tagliare nei termini inaccettabili delineati la busta paga dei lavoratori. 
Bisogna avere il coraggio di agire in questi termini, per scongiurare la delocalizzazione dell'azienda. 
Questa é una sfida che la politica e le istituzioni non possono permettersi di perdere!

 

 

Addì, 28 gennaio 2014

 

Archivio News

2019

2018

2017

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2016

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2015

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2014

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

LA CRISI CONTINUA ! Sperando che qualche onorevole risponda! Il gruppo svedese non può fare ciò che vuole! L'ELECTROLUX NON DEVE CHIUDERE! Terza corsia come nel gioco dell'oca! Subito la riforma per salvare la sanità! Politica industriale regionale inadeguata! E SE LA RIFORMA RENZI-BERLUSCONI NON PASSA AL SENATO? Ferriera a rischio chiusura Franceschini non s'ha da rottamare! Stop alla realizzazione della terza corsia! A ELECTROLUX NON SERVONO STERILI BARUFFE! Regione FVG: iniziate le svendite! Garantire futuro alle Latterie friulane! PER IL CORRIDOIO SEI SOLO INDECISIONE! IL NUOVO CORSO RENZIANO SCEGLIE IL PEGGIO DEL PEGGIO! Regione scarica barile! Quattro proposte per dare risposta alle aspettative degli italiani! UNA RIFORMA PASTICCIATA! Accelerare i tempi per dare continuità industriale alla Ferriera! Economia pordenonese in affanno! Zaia invece che parlare agisca ! Il non fare del Governo Letta! Rivedere il servizio idrico integrato! ZAIA DEMAGOGO SULLE AUTOSTRADE! Cittadella della salute: una presa in giro! LA DOPPIA FACCIA DELLA LEGA! La nuova legge elettorale non riconcilierà gli italiani con la politica! Terza corsia: speriamo non sia un girone dell'inferno Dantesco! Rischio deriva sanitaria! Autovie Venete e terza corsia: "esperta" se ci sei batti un colpo! REGIONE: programma e attività ancora da decifrare! Ha vinto il migliore? Una nuova legge elettorale per tornare subito al voto! BASTA CON NUOVE TASSE! A RISCHIO LO SVILUPPO DEL TERRITORIO! Paga sempre pantalone! Si faccia subito chiarezza!

2013

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

marzo

febbraio

gennaio

2012

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2011

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

cheap mlb jerseys cheap nfl jerseys cheap nfl jerseys wholesale discount tiffany outlet christian louboutin shoes outlet mbt shoes australia christian louboutin wholesale