News
Molte incertezze per Friulia e MC FVG!

Sentita la relazione dell'Assessore regionale alle finanze e patrimonio sull'andamento delle partecipate Friulia Holding e Medio Credito FVG, in occasione dell'apposita audizione svoltasi in Commissione consiliare, non pare esserci alcuna novità circa il loro futuro. Infatti si è genericamente annunciato che la giunta regionale sta pensando a come riformare la holding e a come ridisegnare una nuova missione per Medio Credito che dovrà occuparsi solo di piccola e media impresa e che non dovrà più intervenire al di fuori dei confini della Regione.
Una affermazione rischiosa potenzialmente che potrebbe avere delle conseguenze fino alla richiesta di recesso da parte di alcuni soci di MC. È stata prospettata dall'Assessore la creazione di fondi che gestirebbero immobili dati in garanzia dei prestiti, che hanno perso valore.
Operazione molto complessa il cui esito pare essere incerto sia per i tempi necessari a realizzare il progetto, sia per i risultati assolutamente incerti. Positivo è stato l'annuncio della ricapitalizzazione di Friulia e di Medio Credito, rispettivamente 17 e 32 milioni di euro) utilizzando risorse che sono già state accantonate con la manovra di assestamento di bilancio, recentemente approvata dal Consiglio regionale. Però null'altro di effettivamente concreto é emerso dall'audizione consiliare.
Tutti i nodi sono rimasti aperti: per la ricapitalizzazione di Medio Credito non é dato sapere quale sia il piano industriale che assicuri il suo rilancio produttivo e di tenuta della struttura finanziaria; neanche per Friulia che si trova anch'essa con una situazione finanziaria deficitaria (- 32 milioni), stato detto in quale modo s'intende rilanciarla per consentirle di svolgere la sua missione di sostegno alle piccole e medie imprese intervenendo nei loro capitali di rischio e attraverso operazioni di finanziamento.
Nulla si dice su come s'intende assicurare la prospettiva economico-finanziaria alla Holding Friulia atteso che la società Autovie Venete non pare più essere nella condizione di avere sufficienti utili di bilancio per alimentare la stessa Friulia sia per le sue spese di funzionamento che d'investimento.
E anche l'aumento di capitale potrebbe causare delle reazioni da parte dei soci privati non aderendovi o esercitando il loro diritto di conversione in azioni di autovie venete, diritto che a quanto risulta appartiene ancora a loro. Purtroppo ancora oggi la situazione in Friulia non appare efficace come dovrebbe essere, stante il fatto che emerge solo la latitanza del consiglio di amministrazione che non opera con l'impegno che dovrebbe.
Si spera comunque che le decisioni del Governo regionale non tardino ad arrivare perché altrimenti non é immaginabile pensare a una politica di sviluppo industriale delle nostre aziende che hanno bisogno di sostegno finanziario per fronteggiare i difficili momenti attuali dati dalla negativa congiuntura in essere.

 

Addì, 05 febbraio 2014

Archivio News

2019

2018

2017

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2016

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2015

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2014

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

LA CRISI CONTINUA ! Sperando che qualche onorevole risponda! Il gruppo svedese non può fare ciò che vuole! L'ELECTROLUX NON DEVE CHIUDERE! Terza corsia come nel gioco dell'oca! Subito la riforma per salvare la sanità! Politica industriale regionale inadeguata! E SE LA RIFORMA RENZI-BERLUSCONI NON PASSA AL SENATO? Ferriera a rischio chiusura Franceschini non s'ha da rottamare! Stop alla realizzazione della terza corsia! A ELECTROLUX NON SERVONO STERILI BARUFFE! Regione FVG: iniziate le svendite! Garantire futuro alle Latterie friulane! PER IL CORRIDOIO SEI SOLO INDECISIONE! IL NUOVO CORSO RENZIANO SCEGLIE IL PEGGIO DEL PEGGIO! Regione scarica barile! Quattro proposte per dare risposta alle aspettative degli italiani! UNA RIFORMA PASTICCIATA! Accelerare i tempi per dare continuità industriale alla Ferriera! Economia pordenonese in affanno! Zaia invece che parlare agisca ! Il non fare del Governo Letta! Rivedere il servizio idrico integrato! ZAIA DEMAGOGO SULLE AUTOSTRADE! Cittadella della salute: una presa in giro! LA DOPPIA FACCIA DELLA LEGA! La nuova legge elettorale non riconcilierà gli italiani con la politica! Terza corsia: speriamo non sia un girone dell'inferno Dantesco! Rischio deriva sanitaria! Autovie Venete e terza corsia: "esperta" se ci sei batti un colpo! REGIONE: programma e attività ancora da decifrare! Ha vinto il migliore? Una nuova legge elettorale per tornare subito al voto! BASTA CON NUOVE TASSE! A RISCHIO LO SVILUPPO DEL TERRITORIO! Paga sempre pantalone! Si faccia subito chiarezza!

2013

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

marzo

febbraio

gennaio

2012

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2011

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

cheap mlb jerseys cheap nfl jerseys cheap nfl jerseys wholesale discount tiffany outlet christian louboutin shoes outlet mbt shoes australia christian louboutin wholesale