News
La Regione non ha una politica industriale !

Il senso delle iniziative assunte dalla Regione nell'affrontare le crisi industriali del pordenonese sembra non dare risultati concreti per la positiva soluzione delle vertenze in corso. 
Pur considerando che le situazioni di Electrolux e di Ideal Standard non sono facilmente superabili, non si può sottacere l'inconsistente azione politica della Regione che si affanna più a rincorrere i problemi piuttosto che proporre un piano strategico capace di tamponare, almeno in parte, l'emorragia a cui stiamo assistendo e che, se non sarà rapidamente bloccata, porterà al dissanguamento delle due più importanti aziende della Provincia con le conseguenze negative per la produzione e l'occupazione, facilmente immaginabili. 
Oltretutto si sta assistendo a un balletto volto a far credere che c'è un impegno ben preciso della Regione che sembra aver individuato un imprenditore disponibile a rilevare una parte di Ideal Standard e che, in questo modo, potrebbe risolvere almeno in parte il problema. 
Salvo poi verificare che il presunto imprenditore altro non è che uno specchietto per le allodole che presto potrebbe abbandonare il campo, mettendo a nudo il bluff messo in atto allo scopo di ottenere solo per qualche mese il riconoscimento della cassa integrazione. 
Questo sospetto potrebbe essere avvalorato sicuramente dal fatto che una fetta dei volumi attualmente prodotti nello stabilimento di Orcenico sono stati trasferiti allo stabilimento di Trichiana per saturare la loro produzione, di fatto svuotando di interesse lo stabilimento locale. Poiché gli ammortizzatori sociali non sono sufficienti a dare prospettiva occupazionale rispetto a una auspicabile soluzione industriale che dia continuità produttiva all'azienda, non si riscontra da parte della Regione un disegno per il rilancio di Ideal Standard o quantomeno un piano di ricollocazione dei lavoratori. 
Solo l'Unione Industriale di Pordenone ha predisposto un'azione di recupero industriale di una parte dell'azienda pensando all'utilizzo del sistema cooperativistico, già collaudato nel passato per altre aziende in crisi e che ha dato risultati positivi. Inoltre, la stessa Unione degli industriali, ha anche valutato un piano di ricollocazione occupazionale dei dipendenti in esubero i quali, posti in mobilità, potrebbero essere assunti da aziende in fase di espansione già presenti sul territorio o in procinto d'insediarsi. Una dimostrazione molto interessante che potrebbe essere applicata pure a Electrolux visto che l'azienda ha presentato un progetto industriale che non promette una duratura attività produttiva in Italia. 
Insomma, si deve intervenire con una politica lungimirante e propositiva che sappia prevenire per curare anziché rincorrere disordinatamente le tante crisi industriali con il risultato del nulla di fatto che finora ha contraddistinto l'azione della Regione. 
Chi ha responsabilità istituzionali deve innanzitutto dire ai lavoratori come stanno le cose nella realtà dei fatti per non alimentare la rabbia che alberga in coloro che stanno per perdere il posto di lavoro.

 

Addì, 28 febbraio 2014


Archivio News

2018

2017

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2016

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2015

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2014

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

LA CRISI CONTINUA ! Sperando che qualche onorevole risponda! Il gruppo svedese non può fare ciò che vuole! L'ELECTROLUX NON DEVE CHIUDERE! Terza corsia come nel gioco dell'oca! Subito la riforma per salvare la sanità! Politica industriale regionale inadeguata! E SE LA RIFORMA RENZI-BERLUSCONI NON PASSA AL SENATO? Ferriera a rischio chiusura Franceschini non s'ha da rottamare! Stop alla realizzazione della terza corsia! A ELECTROLUX NON SERVONO STERILI BARUFFE! Regione FVG: iniziate le svendite! Garantire futuro alle Latterie friulane! PER IL CORRIDOIO SEI SOLO INDECISIONE! IL NUOVO CORSO RENZIANO SCEGLIE IL PEGGIO DEL PEGGIO! Regione scarica barile! Quattro proposte per dare risposta alle aspettative degli italiani! UNA RIFORMA PASTICCIATA! Accelerare i tempi per dare continuità industriale alla Ferriera! Economia pordenonese in affanno! Zaia invece che parlare agisca ! Il non fare del Governo Letta! Rivedere il servizio idrico integrato! ZAIA DEMAGOGO SULLE AUTOSTRADE! Cittadella della salute: una presa in giro! LA DOPPIA FACCIA DELLA LEGA! La nuova legge elettorale non riconcilierà gli italiani con la politica! Terza corsia: speriamo non sia un girone dell'inferno Dantesco! Rischio deriva sanitaria! Autovie Venete e terza corsia: "esperta" se ci sei batti un colpo! REGIONE: programma e attività ancora da decifrare! Ha vinto il migliore? Una nuova legge elettorale per tornare subito al voto! BASTA CON NUOVE TASSE! A RISCHIO LO SVILUPPO DEL TERRITORIO! Paga sempre pantalone! Si faccia subito chiarezza!

2013

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

marzo

febbraio

gennaio

2012

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2011

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

cheap mlb jerseys cheap nfl jerseys cheap nfl jerseys wholesale discount tiffany outlet christian louboutin shoes outlet mbt shoes australia christian louboutin wholesale