News
Chiudono il pronto soccorso di Maniago!

Cominciano a delinearsi gli effetti dei consistenti tagli al comparto socio-sanitario previsti dalla finanziaria regionale.
Dopo una querelle durata alcuni mesi tra gli esponenti della giunta regionale e la dirigenza del servizio sanitario per decidere chi e come avrebbe dovuto realizzare i tagli all'organizzazione del comparto, si cominciano a intravvedere i primi effetti che di certo non si possono considerare positivi.
Accade, infatti, che in tutte le aziende sanitarie territoriali e ospedaliere, non essendoci da parte della Regione un disegno complessivo di riassetto, non sia chiaro l'obiettivo e nemmeno si riescono a intuire quali saranno gli effetti derivanti dalle riduzioni finanziarie sia per i servizi attualmente erogati all'utenza, sia per le strutture esistenti. Evidentemente tutto ciò ha messo in allarme le amministrazioni locali, associazioni e cittadini per l' incomprensibile politica del Governo regionale che assomiglia più a quella della foglia del carciofo che a una chiara pianificazione diretta a definire un disegno complessivo per una seria riforma.
In questi giorni anche le comunità del territorio montano manifestano forte preoccupazione per la scure che potrebbe abbattersi sull'ospedale di Maniago con l'eliminazione del pronto soccorso.
La riduzione di spesa fissata per le due aziende sanitarie della provincia di Pordenone ammonta a circa 17,5 milioni di euro ed é evidente che da qualche parte bisogna pur intervenire ma certamente non nel modo disorganico a cui si sta assistendo.
E proprio il caso del pronto soccorso di Maniago diventa oggetto di valutazione non positiva su come il Governo regionale, Serracchiani in testa, sta agendo.
Poiché la zona montana del maniaghese rappresenta un territorio vastissimo che ha assolutamente bisogno di un servizio di pronto soccorso H24, non si comprendono quali siano le ragioni della sua chiusura e neanche quali risparmi si possano ottenere stante la limitatezza del costo per la sua permanenza.
Ma, supposto che si debba intervenire, non é sufficiente il diktat del Presidente della Regione per addivenire a un siffatta decisione.
Semmai ci vogliono atti pianificatori che consentano di dare una visione generale e complessiva delle esigenze delle emergenze di tutto il territorio regionale che allo stato attuale non risultano esserci e, di conseguenza, non permettono di fare scelte appropriate nell'interesse dei cittadini.
Quanto oggi si sta ipotizzando per Maniago, ma ciò varrebbe anche per qualsiasi altra realtà sanitaria del territorio, appare più il frutto di pressapochismo e smania di far vedere che da qualche parte si taglia.
Ma per non recuperare risorse a sproposito ci vorrebbe una riforma radicale del sistema che invece non si é voluto realizzare, preferendo rinviarla anziché farla a priori per assicurare quella efficienza che la sanità richiede nell'interesse degli operatori socio-sanitari e dell'utenza.
Ora saranno Sindaci e amministratori locali a difendere le sacrosante prerogative del territorio montano nel quale vivono le popolazioni più deboli che hanno bisogno di essere tutelate.

 

Addì, 05 marzo 2014

 

 

 

 

 

 

Archivio News

2018

2017

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2016

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2015

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2014

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

LA CRISI CONTINUA ! Sperando che qualche onorevole risponda! Il gruppo svedese non può fare ciò che vuole! L'ELECTROLUX NON DEVE CHIUDERE! Terza corsia come nel gioco dell'oca! Subito la riforma per salvare la sanità! Politica industriale regionale inadeguata! E SE LA RIFORMA RENZI-BERLUSCONI NON PASSA AL SENATO? Ferriera a rischio chiusura Franceschini non s'ha da rottamare! Stop alla realizzazione della terza corsia! A ELECTROLUX NON SERVONO STERILI BARUFFE! Regione FVG: iniziate le svendite! Garantire futuro alle Latterie friulane! PER IL CORRIDOIO SEI SOLO INDECISIONE! IL NUOVO CORSO RENZIANO SCEGLIE IL PEGGIO DEL PEGGIO! Regione scarica barile! Quattro proposte per dare risposta alle aspettative degli italiani! UNA RIFORMA PASTICCIATA! Accelerare i tempi per dare continuità industriale alla Ferriera! Economia pordenonese in affanno! Zaia invece che parlare agisca ! Il non fare del Governo Letta! Rivedere il servizio idrico integrato! ZAIA DEMAGOGO SULLE AUTOSTRADE! Cittadella della salute: una presa in giro! LA DOPPIA FACCIA DELLA LEGA! La nuova legge elettorale non riconcilierà gli italiani con la politica! Terza corsia: speriamo non sia un girone dell'inferno Dantesco! Rischio deriva sanitaria! Autovie Venete e terza corsia: "esperta" se ci sei batti un colpo! REGIONE: programma e attività ancora da decifrare! Ha vinto il migliore? Una nuova legge elettorale per tornare subito al voto! BASTA CON NUOVE TASSE! A RISCHIO LO SVILUPPO DEL TERRITORIO! Paga sempre pantalone! Si faccia subito chiarezza!

2013

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

marzo

febbraio

gennaio

2012

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2011

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

cheap mlb jerseys cheap nfl jerseys cheap nfl jerseys wholesale discount tiffany outlet christian louboutin shoes outlet mbt shoes australia christian louboutin wholesale