News
Basta parole !

Quanto accaduto nei giorni scorsi a Refrontolo, ancora una volta mette in evidenza i gravi danni che il dissesto idrogeologico provoca alle persone, ai beni mobili e immobili e al territorio. Le ragioni sono sempre le stesse: scarsa o peggio mancata manutenzione dei corsi d'acqua!
Ma anche la ritardata attuazione di gran parte dei piani di sistemazione idraulica e idrogeologica per la messa in sicurezza delle popolazioni è un altro motivo che deve far preoccupare le istituzioni sulla assoluta necessità di accelerare i tempi per realizzare opere che rappresentino una concreta e reale difesa del suolo.
Solo con la prevenzione è possibile evitare o quantomeno abbassare il rischio che gli eventi calamitosi possono provocare danni come quelli che purtroppo abbiamo visto più volte nel passato. E ciò che più infastidisce è assistere che al verificarsi della calamità naturale, tutti si richiamano al bisogno di fare prevenzione salvo poi, trascorso qualche tempo, far cadere nel dimenticatoio tutti i buoni propositi.
Uno dei casi più emblematici è quello relativo alla mancata applicazione del piano stralcio dell'autorità di bacino dell'alto adriattico di Venezia che prevede, tra le varie opere, anche la realizzazione delle casse di espansione per la sicurezza delle popolazioni rivierasche da Codroipo a Latisana.
Quel territorio che venne duramente colpito nel 1966 a seguito dell'esondazione del fiume Tagliamento provocando, anche in quella occasione, tanti morti e notevoli danni alle cose. Opere di sistemazione idraulica che ancora oggi sono lettera morta nonostante lo Stato abbia, da molti anni, già accreditato alla Regione FVG gran parte dei soldi per la loro realizzazione, (solo per le casse di espansione sono fermi da anni circa 40 milioni di euro).
Non è sufficiente affermare, come oggi accade, che al ripetersi di sciagure originate dal dissesto idrogeologico bisogna cambiare rotta nella gestione del territorio, se poi non si fa nulla come nel caso del Piano Stralcio per il Tagliamento.
Infatti, non si può dimenticare che il Governo Tondo si inventò il Laboratorio Tagliamento per decidere se fare o non fare le casse sul Tagliamento con il risultato di aver perso tanto tempo inutilmente. Fatto che continua anche con l'avvento del Governo Serracchiani che ha concluso i lavori del Lavoratorio decidendo di non fare le Casse bensì altre opere tra le quali la diaframmatura degli argini del fiume stesso. Ma intanto sono trascorsi troppi anni senza fare alcunché.
A questo punto c'è da sperare che non intervengano altre calamità nel FVG perché se malauguratamente accadessero e provocassero danneggiamenti vari agli uomini e alle strutture, nulla giustificherebbe quegli amministratori che anziché agire, continuano a parlare a vuoto, elencando opere già realizzate senza alcun loro merito oppure assicurando che d'ora in poi ci sarà il cambio di rotta, il giro di volta!

 

Addì, 05 agosto 2014

Archivio News

2019

2018

2017

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2016

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2015

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2014

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

LA CRISI CONTINUA ! Sperando che qualche onorevole risponda! Il gruppo svedese non può fare ciò che vuole! L'ELECTROLUX NON DEVE CHIUDERE! Terza corsia come nel gioco dell'oca! Subito la riforma per salvare la sanità! Politica industriale regionale inadeguata! E SE LA RIFORMA RENZI-BERLUSCONI NON PASSA AL SENATO? Ferriera a rischio chiusura Franceschini non s'ha da rottamare! Stop alla realizzazione della terza corsia! A ELECTROLUX NON SERVONO STERILI BARUFFE! Regione FVG: iniziate le svendite! Garantire futuro alle Latterie friulane! PER IL CORRIDOIO SEI SOLO INDECISIONE! IL NUOVO CORSO RENZIANO SCEGLIE IL PEGGIO DEL PEGGIO! Regione scarica barile! Quattro proposte per dare risposta alle aspettative degli italiani! UNA RIFORMA PASTICCIATA! Accelerare i tempi per dare continuità industriale alla Ferriera! Economia pordenonese in affanno! Zaia invece che parlare agisca ! Il non fare del Governo Letta! Rivedere il servizio idrico integrato! ZAIA DEMAGOGO SULLE AUTOSTRADE! Cittadella della salute: una presa in giro! LA DOPPIA FACCIA DELLA LEGA! La nuova legge elettorale non riconcilierà gli italiani con la politica! Terza corsia: speriamo non sia un girone dell'inferno Dantesco! Rischio deriva sanitaria! Autovie Venete e terza corsia: "esperta" se ci sei batti un colpo! REGIONE: programma e attività ancora da decifrare! Ha vinto il migliore? Una nuova legge elettorale per tornare subito al voto! BASTA CON NUOVE TASSE! A RISCHIO LO SVILUPPO DEL TERRITORIO! Paga sempre pantalone! Si faccia subito chiarezza!

2013

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

marzo

febbraio

gennaio

2012

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2011

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

cheap mlb jerseys cheap nfl jerseys cheap nfl jerseys wholesale discount tiffany outlet christian louboutin shoes outlet mbt shoes australia christian louboutin wholesale