News
La crisi può aspettare !

Sorprendentemente, il piano industriale che il Governo regionale doveva approvare con solerzia già a maggio di quest'anno, è stato rinviato a gennaio del prossimo anno. Incredibilmente è stato deciso di dare priorità ad altro come la riforma della sanità e delle autonomie locali che certamente sono argomenti importanti ma non come il comparto produttivo.
Infatti è notorio che anche le attività economiche della nostra regione vivono una stagione di grandissime difficoltà e che abbisognano di soluzioni legislative innovative per accompagnarle in un nuovo percorso capace di dar loro nuovo slancio nella competizione internazionale.
Invece nulla di tutto questo accade quasi si fossero dimenticati gli impegni e le dichiarazioni politiche più volte palesate dal Presidente della Regione, dall'assessore competente ma anche da molti altri esponenti della giunta che a ogni piè sospinto non hanno lesinato di spargere promesse, di dispensare proposte alettanti in favore delle categorie, delle imprese, dei lavoratori.
Ma allora c'è da chiedersi che cosa mai sia successo per far arretrare l'urgenza di approvare il piano industriale. Che siano sufficienti i soldi messi a disposizione nei diversi fondi di rotazione del comparto produttivo? Che la crisi si stia allontanando? Che gli imprenditori non siano più interessati alla semplificazione e sburocratizzazione per rendere meno difficile le loro azioni? Oppure che l'attuale sistema organizzativo delle zone industriali e dei suoi distretti non hanno più l'urgenza di essere snelliti, unificati, insomma ristrutturati?
Davvero strano il comportamento del Governo regionale che si potrebbe definire quantomeno ondivago! Eppure la crisi c'è e lo dimostra il fatto che molte aziende continuano a chiudere i battenti e quelle che resistono sul mercato lo fanno con enormi difficoltà.
Troppe tasse chiudono le porte a qualsiasi possibilità a nuovi investimenti aziendali, la mancanza di aiuti per l'innovazione tecnologica e la ricerca applicata frenano lo sviluppo. Il dato ISTAT sulla recessione non rileva nulla di nuovo. Sia per i cittadini che per gli imprenditori la percezione che l'economia non riparte, viene prima dei dati statistici. È un problema dei cittadini, ed è frutto dell'incapacità delle istituzioni di anticipare la crisi e poi di gestirla.
Ciò nonostante la Regione rinvia al prossimo anno l'approvazione del piano industriale e chissà quanto tempo ancora ci vorrà per vedere i frutti. Eppure appena qualche mese fa, notizie stampa annunciavano con titoli cubitali che la giunta regionale aveva predisposto il piano industriale e che lo avrebbe presentato alle categorie economiche come in realtà, subito dopo, accadeva.
Non sarà che il rinvio della sua approvazione in realtà è dovuto al fatto che il suo contenuto non è altro che fuffa? Fatto sta che anche in questo caso della politica del governo regionale non rimane altro che un pugno di mosche. Tanto, la crisi può aspettare perché per ora bastano solo gli annunci!

 

Addì, 07 agosto 2014

Archivio News

2019

2018

2017

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2016

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2015

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2014

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

LA CRISI CONTINUA ! Sperando che qualche onorevole risponda! Il gruppo svedese non può fare ciò che vuole! L'ELECTROLUX NON DEVE CHIUDERE! Terza corsia come nel gioco dell'oca! Subito la riforma per salvare la sanità! Politica industriale regionale inadeguata! E SE LA RIFORMA RENZI-BERLUSCONI NON PASSA AL SENATO? Ferriera a rischio chiusura Franceschini non s'ha da rottamare! Stop alla realizzazione della terza corsia! A ELECTROLUX NON SERVONO STERILI BARUFFE! Regione FVG: iniziate le svendite! Garantire futuro alle Latterie friulane! PER IL CORRIDOIO SEI SOLO INDECISIONE! IL NUOVO CORSO RENZIANO SCEGLIE IL PEGGIO DEL PEGGIO! Regione scarica barile! Quattro proposte per dare risposta alle aspettative degli italiani! UNA RIFORMA PASTICCIATA! Accelerare i tempi per dare continuità industriale alla Ferriera! Economia pordenonese in affanno! Zaia invece che parlare agisca ! Il non fare del Governo Letta! Rivedere il servizio idrico integrato! ZAIA DEMAGOGO SULLE AUTOSTRADE! Cittadella della salute: una presa in giro! LA DOPPIA FACCIA DELLA LEGA! La nuova legge elettorale non riconcilierà gli italiani con la politica! Terza corsia: speriamo non sia un girone dell'inferno Dantesco! Rischio deriva sanitaria! Autovie Venete e terza corsia: "esperta" se ci sei batti un colpo! REGIONE: programma e attività ancora da decifrare! Ha vinto il migliore? Una nuova legge elettorale per tornare subito al voto! BASTA CON NUOVE TASSE! A RISCHIO LO SVILUPPO DEL TERRITORIO! Paga sempre pantalone! Si faccia subito chiarezza!

2013

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

marzo

febbraio

gennaio

2012

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2011

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

cheap mlb jerseys cheap nfl jerseys cheap nfl jerseys wholesale discount tiffany outlet christian louboutin shoes outlet mbt shoes australia christian louboutin wholesale