News
In Autovie silenzio e preoccupazione

Relativamente ad Autovie Venete, regna il più assoluto silenzio e vige una grande preoccupazione. Il silenzio, riguarda la situazione del piano finanziario per la terza corsia anche se è vero che è all'esame del governo il quale si spera dia il via libera, così come il Ministro Lupi si era impegnato, entro il mese di giugno.
Questo dovrebbe consentire, finalmente, ad Autovie di riprendere in pieno la sua attività lavorativa considerato che oggi, pur con i poteri straordinari del Commissario (a cui stranamente è stata concessa la proroga di un solo anno e non due come aveva richiesto), tutto è fermo.
Fa fatica a partire anche lo stralcio della terza corsia che dovrebbe andare da Gonars a Palmanova
, per il quale Autovie Venete avrebbe già fatto il contratto con la CMB che si era aggiudicata provvisoriamente l'intero lotto da Gonars a Villesse.
Stranamente, dato che doveva esserci l'impegno da parte del Commissario di utilizzare i trenta milioni di euro concessi dal governo entro il 31 dicembre scorso, che in questo caso andrebbero coprire parte del quarto lotto, la società e il commissario non avrebbero ancora approvato le modalità per mandare avanti quanto meno questo primo stralcio. Però, al di la di quel che succede per il piano finanziario della terza corsia, la preoccupazione è legata al futuro della società e soprattutto a quello dei 650 dipendenti fra i quali, a quanto pare, vi sarebbe molto malumore.
E nell'ambito di questa vicenda, quello che preoccupa maggiormente, è che nessuno avrebbe fornito alcun cenno su quello che dovrebbe essere il loro futuro dopo il 31 marzo 2017. Per cui le relative notizie i dipendenti sono costretti ad apprenderle dai giornali senza quindi alcun tipo di concretezza.
Sarebbe opportuno, oltretutto indispensabile, se nei suoi continui viaggi romani la Presidente della Regione, al di la di quelle che sono le promesse rispetto a probabili anche se molto difficili proroghe della concessione, si stia anche occupando per quello che potrebbe essere la situazione, qualora si dovesse andare a gara per il rinnovo della concessione.
Chiaramente si tratta di un compito che spetta solo alla Regione e, quindi, c'è da augurarsi che si senta realmente parte coinvolta su questo versante considerato che il tempo corre e i termini di scadenza della concessione sono dietro l'angolo.
A tutto ciò, si aggiunge il fatto che nella prossima assemblea per il bilancio che si terrà dopo l'estate, non saranno più rinnovabili né il Presidente, né l'amministratore delegato di Autovie Venete, a meno che Renzi non si inventi un altro decreto per cambiare le regole del gioco in corsa.
Se ciò accadesse e vista la situazione in Autovie venete, potrebbe anche essere utile, soprattutto per mantenere la professionalità dell'attuale amministratore delegato il quale, diversamente, essendo in pensione, non potrebbe più essere riconfermato. Il che significherebbe dover rivoluzionare i vertici dovendo ricominciare tutto da capo nel momento più delicato e decisivo per il futuro della società.

 

Addì, 23 febbraio 2015

Archivio News

2019

2018

2017

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2016

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2015

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2014

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

LA CRISI CONTINUA ! Sperando che qualche onorevole risponda! Il gruppo svedese non può fare ciò che vuole! L'ELECTROLUX NON DEVE CHIUDERE! Terza corsia come nel gioco dell'oca! Subito la riforma per salvare la sanità! Politica industriale regionale inadeguata! E SE LA RIFORMA RENZI-BERLUSCONI NON PASSA AL SENATO? Ferriera a rischio chiusura Franceschini non s'ha da rottamare! Stop alla realizzazione della terza corsia! A ELECTROLUX NON SERVONO STERILI BARUFFE! Regione FVG: iniziate le svendite! Garantire futuro alle Latterie friulane! PER IL CORRIDOIO SEI SOLO INDECISIONE! IL NUOVO CORSO RENZIANO SCEGLIE IL PEGGIO DEL PEGGIO! Regione scarica barile! Quattro proposte per dare risposta alle aspettative degli italiani! UNA RIFORMA PASTICCIATA! Accelerare i tempi per dare continuità industriale alla Ferriera! Economia pordenonese in affanno! Zaia invece che parlare agisca ! Il non fare del Governo Letta! Rivedere il servizio idrico integrato! ZAIA DEMAGOGO SULLE AUTOSTRADE! Cittadella della salute: una presa in giro! LA DOPPIA FACCIA DELLA LEGA! La nuova legge elettorale non riconcilierà gli italiani con la politica! Terza corsia: speriamo non sia un girone dell'inferno Dantesco! Rischio deriva sanitaria! Autovie Venete e terza corsia: "esperta" se ci sei batti un colpo! REGIONE: programma e attività ancora da decifrare! Ha vinto il migliore? Una nuova legge elettorale per tornare subito al voto! BASTA CON NUOVE TASSE! A RISCHIO LO SVILUPPO DEL TERRITORIO! Paga sempre pantalone! Si faccia subito chiarezza!

2013

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

marzo

febbraio

gennaio

2012

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2011

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

cheap mlb jerseys cheap nfl jerseys cheap nfl jerseys wholesale discount tiffany outlet christian louboutin shoes outlet mbt shoes australia christian louboutin wholesale