News
REGIONE SFASCIA SISTEMA

Le riforme approvate dal governo Serracchiani non danno i risultati dichiarati dai rappresentanti della Giunta regionale. D'altra parte non poteva che essere così. L'idea che sia sufficiente un qualche contenitore con appiccicato il titolo “riforma” perché sia una buona legge innovativa e di sistema, è l'errore più madornale che un politico può commettere. E oggi assistiamo allo squallido risultato che le cosiddette riforme regionali delle autonomie locali e della sanità hanno prodotto, generando reazioni non positive a volte pure gridate dai portatori d'interesse, Sindaci, amministratori locali, operatori sanitari e cittadini. 
Ma cominciamo dalla sanità. 
La mancanza di chiarezza degli obiettivi di questa riforma, definita da tanti epocale, hanno fatto scattare preoccupazioni e proteste da parte di tanti medici che non vedono innovazione nella pianificazione e nella gestione del comparto. Anche l'utilizzo delle risorse finanziarie appare privo di obiettivi chiari coerenti con una precisa programmazione regionale. Infatti, i tagli fatti finora al territorio e alle aziende ospedaliere, non dimostrano alcuna logica di programmazione se non rimanere nell'ambito dei budget assegnati ai vari direttori del comparto sanitario, senza valutarne le ricadute dei servizi e quindi sui cittadini. E così dicasi per la questione della riduzione dei primari ospedalieri, impostazione voluta dalla Regione che provocherà il loro depauperamento, svuotando i presidi ospedalieri delle professionalità, elemento fondamentale  per renderli attrattivi. 
Diversamente ed è quello che sta accadendo, molti ospedali regionali saranno destinati a soccombere. Ed è un vero peccato che la sanità regionale abbia imboccato una strada che inesorabilmente le farà perdere anche quelle eccellenze come il CRO di Aviano che finora l'avevano contraddistinta a livello nazionale. Insomma ci si avvia alla demolizione di un sistema collaudato sull'altare di una riforma che distrugge anziché innovare per migliorare. E tanto vale anche per la situazione delle autonomie locali. 
Sempre più sindaci capiscono che la cosiddetta riforma Panontin non si attaglia alle loro esigenze. Un sistema che provocherà il collasso dei servizi locali con i Sindaci che diventeranno il capro espiatorio di fronte ai loro cittadini che non distingueranno tra Regione e i loro Sindaci. Ciò che più stupisce è che l'attuale governo, nonostante comprenda che più di qualcosa non funziona, stante le innumerevoli giustificate lamentale, intenda proseguire imperterrito nella sua azione demolitrice. Questo vale anche per l'autonomia regionale che sembra non essere difesa dagli attuali governanti ormai completamente allineati al ragionamento delle regioni ordinarie più che imporre logiche che evidenzino la necessità di mantenere ben salde le prerogative della Regione. 
Nulla si muove su questo versante se non qualche chiacchiera fine a se stessa!

 

Addì, 08 giugno 2015

 

Archivio News

2018

2017

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2016

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2015

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2014

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

LA CRISI CONTINUA ! Sperando che qualche onorevole risponda! Il gruppo svedese non può fare ciò che vuole! L'ELECTROLUX NON DEVE CHIUDERE! Terza corsia come nel gioco dell'oca! Subito la riforma per salvare la sanità! Politica industriale regionale inadeguata! E SE LA RIFORMA RENZI-BERLUSCONI NON PASSA AL SENATO? Ferriera a rischio chiusura Franceschini non s'ha da rottamare! Stop alla realizzazione della terza corsia! A ELECTROLUX NON SERVONO STERILI BARUFFE! Regione FVG: iniziate le svendite! Garantire futuro alle Latterie friulane! PER IL CORRIDOIO SEI SOLO INDECISIONE! IL NUOVO CORSO RENZIANO SCEGLIE IL PEGGIO DEL PEGGIO! Regione scarica barile! Quattro proposte per dare risposta alle aspettative degli italiani! UNA RIFORMA PASTICCIATA! Accelerare i tempi per dare continuità industriale alla Ferriera! Economia pordenonese in affanno! Zaia invece che parlare agisca ! Il non fare del Governo Letta! Rivedere il servizio idrico integrato! ZAIA DEMAGOGO SULLE AUTOSTRADE! Cittadella della salute: una presa in giro! LA DOPPIA FACCIA DELLA LEGA! La nuova legge elettorale non riconcilierà gli italiani con la politica! Terza corsia: speriamo non sia un girone dell'inferno Dantesco! Rischio deriva sanitaria! Autovie Venete e terza corsia: "esperta" se ci sei batti un colpo! REGIONE: programma e attività ancora da decifrare! Ha vinto il migliore? Una nuova legge elettorale per tornare subito al voto! BASTA CON NUOVE TASSE! A RISCHIO LO SVILUPPO DEL TERRITORIO! Paga sempre pantalone! Si faccia subito chiarezza!

2013

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

marzo

febbraio

gennaio

2012

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2011

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

cheap mlb jerseys cheap nfl jerseys cheap nfl jerseys wholesale discount tiffany outlet christian louboutin shoes outlet mbt shoes australia christian louboutin wholesale