News
PD sotto shock

I risultati elettorali delle amministrative hanno fortemente punito il partito democratico, premiati i cinque stelle e il centro destra ed evidenziato il fenomeno dell'astensionismo ancora in crescita con meno del cinquanta per cento degli elettori alle urne. Complessivamente il dato che emerge è che il partito di maggioranza relativa non riesce più a catalizzare i consensi che aveva capitalizzato solo poco tempo fa alle europee. 

Evidentemente gran parte degli elettori che avevano dato fiducia al Pd si sono pentiti, delusi dalla politica degli annunci da un lato e dalla prepotenza politica di espressione dei suoi dirigenti dall'altro. Si riconferma ancora una volta la grande mobilità dell'elettorato che a fronte della mancanza di valori, ideali e, specialmente, di concretezza del governo nazionale, mutano facilmente l'espressione di voto. Una situazione che pone una serie di problematiche sia all'interno del Pd sia in tutti gli altri partiti di entrambi gli schieramenti. 

È evidente che il principale problema è legato allo stato di shock nel quale è precipitato il Pd per la deludente performance elettorale che non può non essere condotta alla linea politica dell'attuale Governo (insegnanti, pubblici dipendenti, pensionati e sindacati contro). E ora Renzi nella sua veste di Segretario dovrà non solo spiegare le ragioni della débâcle elettorale ma anche affrontare le forti fibrillazioni che indubbiamente ci saranno all'interno del suo partito e certamente non sarà facile uscirne indenne. Verranno a galla le contraddizioni che da molto tempo si annidano nel Pd e che mai fino ad ora sono state affrontate con il necessario approfondimento. Ma sarà anche l'occasione per la verifica della sinistra dem sui modi di governo renziano più improntati al decisionismo prepotente che al confronto democratico. 

Vedremo se finalmente ci sarà quella resa dei conti che potrebbe far bene al partito di Renzi chiarendo finalmente il ruolo di chi oggi all'opposizione interna, non ha voluto o potuto definire la linea da tenere dentro o fuori il partito democratico. Certo è che il risultato elettorale sarà un ottimo alleato perché chiarezza sia fatta! Come è immaginabile non si potrà procrastinare una rivisitazione dei comportamenti e della linea politica dei partiti di tutti gli schieramenti. 

È necessario recuperare la grande apatia che oramai investe gran parte dell'elettorato, che ha deciso di non andare a votare rinunciando a un loro preciso diritto di “pesare” nelle scelte per il Paese. È evidente che, rimanendo valido il concetto che gli elettori hanno sempre ragione, si rende indispensabile convincere anche coloro che non votano a cambiare rotta votando al fine di dare una più giusta ed equilibrata rappresentanza agli schieramenti politici diversamente da oggi, che sono eletti con un numero minoritario di votanti.

 

 

Addì, 16 giugno 2015

 

Archivio News

2017

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2016

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2015

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2014

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

LA CRISI CONTINUA ! Sperando che qualche onorevole risponda! Il gruppo svedese non può fare ciò che vuole! L'ELECTROLUX NON DEVE CHIUDERE! Terza corsia come nel gioco dell'oca! Subito la riforma per salvare la sanità! Politica industriale regionale inadeguata! E SE LA RIFORMA RENZI-BERLUSCONI NON PASSA AL SENATO? Ferriera a rischio chiusura Franceschini non s'ha da rottamare! Stop alla realizzazione della terza corsia! A ELECTROLUX NON SERVONO STERILI BARUFFE! Regione FVG: iniziate le svendite! Garantire futuro alle Latterie friulane! PER IL CORRIDOIO SEI SOLO INDECISIONE! IL NUOVO CORSO RENZIANO SCEGLIE IL PEGGIO DEL PEGGIO! Regione scarica barile! Quattro proposte per dare risposta alle aspettative degli italiani! UNA RIFORMA PASTICCIATA! Accelerare i tempi per dare continuità industriale alla Ferriera! Economia pordenonese in affanno! Zaia invece che parlare agisca ! Il non fare del Governo Letta! Rivedere il servizio idrico integrato! ZAIA DEMAGOGO SULLE AUTOSTRADE! Cittadella della salute: una presa in giro! LA DOPPIA FACCIA DELLA LEGA! La nuova legge elettorale non riconcilierà gli italiani con la politica! Terza corsia: speriamo non sia un girone dell'inferno Dantesco! Rischio deriva sanitaria! Autovie Venete e terza corsia: "esperta" se ci sei batti un colpo! REGIONE: programma e attività ancora da decifrare! Ha vinto il migliore? Una nuova legge elettorale per tornare subito al voto! BASTA CON NUOVE TASSE! A RISCHIO LO SVILUPPO DEL TERRITORIO! Paga sempre pantalone! Si faccia subito chiarezza!

2013

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

marzo

febbraio

gennaio

2012

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2011

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

cheap mlb jerseys cheap nfl jerseys cheap nfl jerseys wholesale discount tiffany outlet christian louboutin shoes outlet mbt shoes australia christian louboutin wholesale