News
Un PD con mille gatte da pelare

È sempre più complessa la situazione del PD regionale. A quasi metà legislatura già cominciano i primi conflitti per la scelta del prossimo Presidente della Regione. E si vedono proprio tutte le criticità che acuiscono non tanto il dibattito interno, pressoché silenziato dalla prepotenza di Serracchiani poco propensa alla discussione democratica interna, bensì dagli appetiti dei sempre più numerosi candidati alla Presidenza. 

E sì, in quanto Serracchiani non pensa più di tanto alla sua carriera nazionale stante la perdita di audience ma a una sua ricandidatura in Regione. Eppure fino a non molto tempo fa, sembrava che la sua carriera fosse così tanto scoppiettante da non destare preoccupazione di sorta. Oggi invece deve fare un rapido dietro front se non vuole perdere sacchi e ravi. Però la sua candidatura in Regione non sarà così scontata visto, appunto, che più d'uno aspira a sostituirla nel 2018 specie dopo il recente esito elettorale che neanche in Friuli Venezia Giulia è stato gratificante per il PD. 

Come si dice l'appetito vien mangiando e che in politica nulla è scontato nemmeno per una stella come Serracchiani che in breve tempo è assurta al massimo successo prima locale e poi nazionale. Ed è risaputo che, oggi più che mai, i successi in politica con facilità e rapidità imboccano la parabola discendente come fossero stelle cadenti! Il fermento coinvolge più candidature: il vice Presidente che non nasconde la sua ambizione in aperto contrasto con la sua Presidente che sembrerebbe non mantenere fede alla promessa che l'avrebbe avvicendata nella prossima legislatura; l'ex Presidente della Regione nonché già Sindaco di Udine che con un dinamismo giornalistico non indifferente, sembra volersi riproporre, sostenuto dal noto ex deputato Saro, cavalcando il tema dell'autonomia; l'attuale Sindaco di Udine che trovandosi “disoccupato” alla fine del suo mandato (2018) non nasconde il desiderio di concorrere all'ambita candidatura; persino il Presidente del Consiglio regionale spinge per essere della partita, convinto che alla sua quarta legislatura potrebbe coronare la sua esperienza con l'illuminante strategia politica dimostrata, diventando Presidente della Regione essendo l'uomo che tra i vari contendenti potrebbe mediare fra tutti per la sua moderatezza e centralità politica. 

Ovviamente dovranno essere stabilite regole per le primarie da sempre considerate strumento democratico dal PD anche se in questi ultimi tempi come ha dichiarato Matteo Renzi non paiono più tanto considerate positivamente. Comunque il tempo disponibile per la nuova candidatura alla presidenza della Regione è tale da poter consentire maggiore conflittualità interna per un partito, il PD, che a vari livelli sembra aver perso la bussola tralasciando la ricerca di nuove progettualità per la difesa e il rilancio della nostra Regione! Di sicuro con Serracchiani e con il persistere dei conflitti interni al partito, non sarà facile trovare soluzione ai tanti problemi aperti. Nel frattempo, nel centro destra, vista la forte crescita elettorale della Lega, sono iniziate le manovre alla ricerca dell'unità perduta, condizione indispensabile per riconquistare la Regione.

 

Addì, 29 giugno 2015

 

Archivio News

2018

2017

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2016

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2015

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2014

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

LA CRISI CONTINUA ! Sperando che qualche onorevole risponda! Il gruppo svedese non può fare ciò che vuole! L'ELECTROLUX NON DEVE CHIUDERE! Terza corsia come nel gioco dell'oca! Subito la riforma per salvare la sanità! Politica industriale regionale inadeguata! E SE LA RIFORMA RENZI-BERLUSCONI NON PASSA AL SENATO? Ferriera a rischio chiusura Franceschini non s'ha da rottamare! Stop alla realizzazione della terza corsia! A ELECTROLUX NON SERVONO STERILI BARUFFE! Regione FVG: iniziate le svendite! Garantire futuro alle Latterie friulane! PER IL CORRIDOIO SEI SOLO INDECISIONE! IL NUOVO CORSO RENZIANO SCEGLIE IL PEGGIO DEL PEGGIO! Regione scarica barile! Quattro proposte per dare risposta alle aspettative degli italiani! UNA RIFORMA PASTICCIATA! Accelerare i tempi per dare continuità industriale alla Ferriera! Economia pordenonese in affanno! Zaia invece che parlare agisca ! Il non fare del Governo Letta! Rivedere il servizio idrico integrato! ZAIA DEMAGOGO SULLE AUTOSTRADE! Cittadella della salute: una presa in giro! LA DOPPIA FACCIA DELLA LEGA! La nuova legge elettorale non riconcilierà gli italiani con la politica! Terza corsia: speriamo non sia un girone dell'inferno Dantesco! Rischio deriva sanitaria! Autovie Venete e terza corsia: "esperta" se ci sei batti un colpo! REGIONE: programma e attività ancora da decifrare! Ha vinto il migliore? Una nuova legge elettorale per tornare subito al voto! BASTA CON NUOVE TASSE! A RISCHIO LO SVILUPPO DEL TERRITORIO! Paga sempre pantalone! Si faccia subito chiarezza!

2013

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

marzo

febbraio

gennaio

2012

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2011

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

cheap mlb jerseys cheap nfl jerseys cheap nfl jerseys wholesale discount tiffany outlet christian louboutin shoes outlet mbt shoes australia christian louboutin wholesale