News
Solo maldicenze

La riforma delle autonomie locali, varata dall'attuale maggioranza regionale, pone non pochi interrogativi sull'atteggiamento assunto nei confronti dei Sindaci. Frugando nel passato politico della nostra Regione non si trovano esempi così tanto negativi come quelli generati da questa riforma. Le classi dirigenti precedenti  avevano sempre prestato molta attenzione alla condivisione con gli amministratori impegnati nel territorio e a diretto contatto con i cittadini, consapevoli che le ricadute legislative così definite avrebbero dato risultati positivi. Lo si è visto in molti casi a partire dalle buone leggi per la ricostruzione post terremoto, gioielli di decentramento frutto di intese concordate con Stato e Regione e Sindaci, ma anche con tante altre normative risultate efficaci nella loro applicazione in quanto oggetto di confronto con i diretti protagonisti del governo del territorio. 

Qui, invece, con la riforma UTI, è successo un vero e proprio disfacimento della coesione fra gli amministratori locali per l'incapacità degli attuali governanti regionali di usare l'arte della mediazione, preferendo dare diktat ai Sindaci. E, tutto ciò, ha comportato che i risultati si sono visti immediatamente dopo l'approvazione in fase applicativa della legge con varie problematiche legate alla difficoltà di definire persino i confini delle UTI e il relativo numero delle stesse. Oltretutto tanti Sindaci - una ottantina - hanno presentato ricorso all'organo giudiziario amministrativo per farsi riconoscere le prerogative Costituzionali riconosciute ai Comuni. Ma, al di là dei maggiori costi che la riforma metterebbe in capo ai Comuni causa la struttura giuridica data alle UTI, colpisce l'ostinatezza e la caparbietà della Regione che ha volutamente forzato per far vedere chi domanda. 

E, ora, il risultato è sotto gli occhi di tutti: la Regione costretta a rinviare i tempi di applicazione forzosa della normativa a data da destinarsi in attesa che il TAR si pronunci sui numerosi ricorsi dei Sindaci. Non c'è che dire, l'atteggiamento della Regione non ha fatto altro che generare dissapori e incertezze a differenza delle altre Regioni d'Italia che sono riuscite a disciplinare la materia in modo semplice, efficace e, specialmente, condiviso. Da noi, oltre alla propaganda mendace di aver fatto una ottima riforma, è stato detto, la “prima e unica in Italia”, non rimangono che strali di maldicenze.

 

Addì, 02 dicembre 2015

 

Archivio News

2018

2017

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2016

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2015

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2014

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

LA CRISI CONTINUA ! Sperando che qualche onorevole risponda! Il gruppo svedese non può fare ciò che vuole! L'ELECTROLUX NON DEVE CHIUDERE! Terza corsia come nel gioco dell'oca! Subito la riforma per salvare la sanità! Politica industriale regionale inadeguata! E SE LA RIFORMA RENZI-BERLUSCONI NON PASSA AL SENATO? Ferriera a rischio chiusura Franceschini non s'ha da rottamare! Stop alla realizzazione della terza corsia! A ELECTROLUX NON SERVONO STERILI BARUFFE! Regione FVG: iniziate le svendite! Garantire futuro alle Latterie friulane! PER IL CORRIDOIO SEI SOLO INDECISIONE! IL NUOVO CORSO RENZIANO SCEGLIE IL PEGGIO DEL PEGGIO! Regione scarica barile! Quattro proposte per dare risposta alle aspettative degli italiani! UNA RIFORMA PASTICCIATA! Accelerare i tempi per dare continuità industriale alla Ferriera! Economia pordenonese in affanno! Zaia invece che parlare agisca ! Il non fare del Governo Letta! Rivedere il servizio idrico integrato! ZAIA DEMAGOGO SULLE AUTOSTRADE! Cittadella della salute: una presa in giro! LA DOPPIA FACCIA DELLA LEGA! La nuova legge elettorale non riconcilierà gli italiani con la politica! Terza corsia: speriamo non sia un girone dell'inferno Dantesco! Rischio deriva sanitaria! Autovie Venete e terza corsia: "esperta" se ci sei batti un colpo! REGIONE: programma e attività ancora da decifrare! Ha vinto il migliore? Una nuova legge elettorale per tornare subito al voto! BASTA CON NUOVE TASSE! A RISCHIO LO SVILUPPO DEL TERRITORIO! Paga sempre pantalone! Si faccia subito chiarezza!

2013

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

marzo

febbraio

gennaio

2012

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2011

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

cheap mlb jerseys cheap nfl jerseys cheap nfl jerseys wholesale discount tiffany outlet christian louboutin shoes outlet mbt shoes australia christian louboutin wholesale