News
l'Italia traballa

Il sistema politico italiano traballa pericolosamente. Una gamba, quella del Pd, è la meno fragile. Renzi la controlla ma non la governa, tanto a livello nazionale quanto a livello regionale e locale. Inoltre la percezione che i risultati ottenuti dal governo, specie sul fronte decisivo dell’economia, siano decisamente al di sotto di quanto promesso, espone il partito di maggioranza a un’inesorabile erosione di consensi, per di più accentuata da alcune vicende, come quella di Banca Etruria.

La seconda gamba, quella del centro-destra, è vittima dello spegnersi della stella berlusconiana senza che né Berlusconi né i suoi abbiano il coraggio di prenderne atto e ciò blocca il fisiologico ricambio che sarebbe necessario e assegna alla Lega di Salvini un ruolo di leadership del tutto improprio.

C’è infine la terza gamba, quella del Movimento 5 stelle, che rischia di implodere sotto il peso delle contraddizioni che si porta dietro fin dalla sua nascita. Oltretutto la frattura che sull’elezione dei giudici costituzionali si è prodotta tra i parlamentari e la “base del web” per cui l’accordo con il Pd è parso a molti un inciucio, è indice del fatto che sul processo di trasformazione del M5S gravano punti interrogativi pesanti come macigni.

Dunque, un sistema politico già debole perché tripolare (in un paese che non ha nel suo dna la semplificazione politica) ora rischia di entrare in crisi perché nessuna delle tre gambe su cui si articola si regge in piedi.

Nessuna speranza, allora? Beh, tre fiammelle, pur flebili, potrebbero rimanere accese.

La prima riguarda proprio Renzi. L’uomo ha qualità potenziali inespresse che potrebbero trasformarlo da sopportato per mancanza di alternative a indispensabile. Ma dovrebbe cambiare registro: trasformare le ambizioni personali in ambizioni politiche, modificare i suoi atteggiamenti e comportamenti, darsi basi programmatiche più solide e davvero innovative, costruire una squadra di governo e una classe dirigente capace di renderlo direttore d’orchestra e non più solista.

La seconda speranza, questa davvero piccola, è che qualche esponente penta stellare emerga dal grigiore e sappia portare tutti quei voti dall’area del populismo a quella della politica con ambizioni di governo. Ma anche qui il tempo stringe.

La terza speranza, è una fiammella, ora spenta, che va riaccesa: la costruzione di un soggetto liberal-riformista, capace di rianimare la fiducia di chi a suo tempo aveva sperato nei centristi e che non sia l’assemblaggio di pezzi e rimasugli di cose esistenti. Ed è la scena nazionale che reclama una nuova forza. C’è bisogno di un partito vero, che nasca non in casa di un padrone ma da un insieme di uomini e donne che condividono valori e definiscono un progetto per il Paese. Un partito che non va collocato alla destra di quello renziano ma deve trovare una propria collocazione che riempia uno spazio che oggi sembra non occupato e che, per chiarezza, dovrebbe essere al posto del Pd.

 

 

Addì, 16 gennaio 2016

Archivio News

2019

2018

2017

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2016

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2015

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2014

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

LA CRISI CONTINUA ! Sperando che qualche onorevole risponda! Il gruppo svedese non può fare ciò che vuole! L'ELECTROLUX NON DEVE CHIUDERE! Terza corsia come nel gioco dell'oca! Subito la riforma per salvare la sanità! Politica industriale regionale inadeguata! E SE LA RIFORMA RENZI-BERLUSCONI NON PASSA AL SENATO? Ferriera a rischio chiusura Franceschini non s'ha da rottamare! Stop alla realizzazione della terza corsia! A ELECTROLUX NON SERVONO STERILI BARUFFE! Regione FVG: iniziate le svendite! Garantire futuro alle Latterie friulane! PER IL CORRIDOIO SEI SOLO INDECISIONE! IL NUOVO CORSO RENZIANO SCEGLIE IL PEGGIO DEL PEGGIO! Regione scarica barile! Quattro proposte per dare risposta alle aspettative degli italiani! UNA RIFORMA PASTICCIATA! Accelerare i tempi per dare continuità industriale alla Ferriera! Economia pordenonese in affanno! Zaia invece che parlare agisca ! Il non fare del Governo Letta! Rivedere il servizio idrico integrato! ZAIA DEMAGOGO SULLE AUTOSTRADE! Cittadella della salute: una presa in giro! LA DOPPIA FACCIA DELLA LEGA! La nuova legge elettorale non riconcilierà gli italiani con la politica! Terza corsia: speriamo non sia un girone dell'inferno Dantesco! Rischio deriva sanitaria! Autovie Venete e terza corsia: "esperta" se ci sei batti un colpo! REGIONE: programma e attività ancora da decifrare! Ha vinto il migliore? Una nuova legge elettorale per tornare subito al voto! BASTA CON NUOVE TASSE! A RISCHIO LO SVILUPPO DEL TERRITORIO! Paga sempre pantalone! Si faccia subito chiarezza!

2013

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

marzo

febbraio

gennaio

2012

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

aprile

marzo

febbraio

gennaio

2011

dicembre

novembre

ottobre

settembre

agosto

luglio

giugno

maggio

cheap mlb jerseys cheap nfl jerseys cheap nfl jerseys wholesale discount tiffany outlet christian louboutin shoes outlet mbt shoes australia christian louboutin wholesale